Bonus affitto nel 2021 anche per chi paga in ritardo: via libera alla cessione del credito

Rosaria Imparato

21 Aprile 2021 - 16:02

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Bonus affitto anche per chi ha pagato in ritardo il canone di locazione del 2020: l’Agenzia delle Entrate fornisce ulteriori chiarimenti in merito al credito d’imposta del 30 o del 60% nella risposta all’interpello n. 263 del 19 aprile 2021. Inoltre, via libera al pagamento ridotto e alla cessione del credito al proprietario dell’immobile.

Bonus affitto nel 2021 anche per chi paga in ritardo: via libera alla cessione del credito

Si può usufruire del bonus affitto nel 2021 anche nel caso in cui il canone di locazione del 2020 sia stato pagato in ritardo.

Il chiarimento viene dall’Agenzia delle Entrate con la risposta all’interpello n. 263 del 19 aprile. L’Amministrazione Finanziaria risponde al quesito di un titolare di partita IVA che vuole cedere il credito d’imposta del 60% sul canone di locazione al proprietario, e pagare il 40% dei mesi del 2020 nel 2021.

La motivazione? L’istante, a causa delle restrizioni anti-Covid, aveva dovuto sospendere la propria attività.

Bonus affitto nel 2021 anche per chi paga in ritardo: via libera alla cessione del credito

Con la risposta all’interpello n. 263 del 19 aprile l’Agenzia delle Entrate fornisce ulteriori chiarimenti in merito al bonus affitto.

La situazione in cui si trova l’istante è la seguente: a causa delle misure anti-contagio ha dovuto sospendere la propria attività, e non ha pagato il canone di locazione dei mesi del 2020.

L’Agenzia delle Entrate però conferma che il bonus affitto (il credito d’imposta del 60% sui canoni di locazione, accessibile con una diminuzione di fatturato o corrispettivi pari almeno al 50% rispetto al mese per il quale si intende fruire dell’aiuto) può essere richiesto anche se i pagamenti vengono effettuati in ritardo, naturalmente se in possesso dei requisiti previsti.

L’Agenzia aveva dato la stessa risposta anche in un caso opposto: con la risposta n. 440/2020, le Entrate confermano la possibilità di accedere al credito d’imposta anche in caso di pagamento dell’affitto in anticipo, cioè avvenuto nel 2019 per il canone di locazione 2020.

L’Agenzia, inoltre, ammette la possibilità di pagare in misura ridotta, con la cessione del credito del 60% al proprietario dell’immobile.

Risposta AdE all’interpello n. 263 del 19 aprile 2021
Articolo 28 del decreto legge 19 maggio, n. 34. Credito d’imposta per canoni di locazione ad uso non abitativo ed affitto d’azienda.

Bonus affitto, cessione del credito entro la scadenza del 31 dicembre 2021

Il bonus affitti del 60 o del 30% può essere ceduto a terzi entro il 31 dicembre 2021: l’opzione consente di cedere al locatore il bonus spettante, a fronte di uno sconto di pari ammontare sul canone di affitto dovuto nel 2020.

Come abbiamo visto, la stessa situazione vale per i pagamenti effettuati in anticipo nel 2019 per il 2020 o in ritardo nel 2021.

Modello e istruzioni per la comunicazione della cessione del credito sono stati approvati con il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate dello scorso 12 febbraio. La comunicazione va inviata alle Entrate entro fine 2021.

Infine, il credito del bonus affitto non fa parte di quelli cedibili tramite la nuova piattaforma dell’Agenzia delle Entrate.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories