Bonus 700 euro per l’assistenza di persone non autosufficienti: bando Regione Lazio

Antonio Cosenza

16 Aprile 2021 - 13:08

condividi
Facebook
twitter whatsapp

La Regione Lazio ha stanziato 6 milioni di euro per il riconoscimento dei buoni servizio per la non autosufficienza: si tratta di un contributo fino a 700 euro mensili per godere di determinati servizi.

Bonus 700 euro per l'assistenza di persone non autosufficienti: bando Regione Lazio

La Regione Lazio riconosce un bonus - fino a 700 euro mensili e per un totale di 12 mensilità - per l’assistenza dei familiari non autosufficienti.

Per il riconoscimento di quello che potremmo definire come “bonus caregivers” la Regione Lazio ha stanziato 6 milioni di euro; è importante sottolineare, però, che si tratta di una somma - che ricordiamo può essere di massimo 700,00€ mensili - vincolata al pagamento di determinate prestazioni.

Come spiegato da Alessandra Troncarelli, assessora alle Politiche Sociali per la Regione Lazio, in questo modo oltre a “garantire l’autonomia economica a chi si prende cura di familiari non autosufficienti” si vanno anche a “consolidare i servizi di cura”.

Regione Lazio: bonus fino a 700 euro per l’assistenza delle persone non autosufficienti

Si chiamano buoni servizio per la non autosufficienza e vengono riconosciuti dalla Regione Lazio in favore di quelle persone - residenti o comunque domiciliate nel territorio regionale - che abbiano in carico di cura persone non autosufficienti per far fronte alle spese relative ai servizi di assistenza socio-sanitari fruiti dal 1° gennaio al 31 dicembre 2021.

Ci sono diversi requisiti da soddisfare per poter accedere a questo bonus. Nel dettaglio, il richiedente, ossia colui che ha a carico di cura una o più persone non autosufficienti, deve:

  • essere cittadino/a italiano/a o di uno Stato membro dell’Unione Europea o essere in possesso di regolare permesso di soggiorno CE;
  • essere residente o domiciliato in uno dei comuni della Regione Lazio;
  • avere un’età inferiore a 67 anni;
  • essere coniugato/a, unito/a civilmente o convivente di fatto oppure avere una parentela fino al secondo grado in linea retta o collaterale oppure essere affine entro il primo grado con la persona non autosufficiente che usufruirà dei servizi (qui un approfondimento sui gradi di parentela);
  • svolgere attività lavorativa sia di tipo subordinato che autonomo o trovarsi in stato di disoccupazione secondo quanto previsto della normativa vigente .
  • avere un ISEE non superiore a € 50.000.

Per quanto riguarda la persona non autosufficiente, quindi quella che effettivamente risulta destinataria del servizio, questa deve:

  • essere cittadino/a italiano/a o di uno Stato membro dell’Unione Europea o essere in possesso di regolare permesso di soggiorno CE;
  • essere residente in uno dei comuni della Regione Lazio;
  • essere in possesso della certificazione da parte dell’Unità Valutativa Multidimensionale (U.V.M) che attesti la non autosufficienza;
  • in alternativa al punto precedente, deve avere uno stato di invalidità certificato al 100% ed essere in una delle seguenti condizioni sul mercato del lavoro: disoccupato; in condizione di non occupazione ai sensi dell’articolo 19, comma 7, del decreto legislativo n. 150/2015; studente o impegnato in percorso di tirocinio; inattivo diverso da studente (casalinga/o, ritirato/a dal lavoro, inabile al lavoro, in altra condizione); pensionato.

A cosa serve il bonus per l’assistenza delle persone non autosufficienti

Come anticipato, non si tratta di un bonus spendibile senza alcun vincolo. La percezione dei buoni servizio, infatti, è limitata alle seguenti prestazioni:

  • assistenza domiciliare, con l’esclusione di attività sanitaria, erogata da enti accreditati, ai sensi della D.G.R 223/2016;
  • centri diurni socio assistenziali autorizzati ai sensi della D.G.R 1304/2004 e i servizi semiresidenziali autorizzati ai sensi della DGR 1305/2004;
  • assistente familiare, con la/il quale è stato sottoscritto un regolare contratto in applicazione del Contratto collettivo nazionale di lavoro sulla disciplina del rapporto di lavoro domestico, inquadrata/o in uno dei seguenti livelli previsti dal suddetto CCNL: C Super o D Super.

Grazie a questi buoni, quindi, si potrà godere gratuitamente di prestazioni di tipo assistenziale fino ad un massimo di 700,00€ mensili.

Regione Lazio, bonus per l’assistenza delle persone non autosufficienti: domanda

Per presentare la richiesta dei buoni bisognerà attendere fino al 3 maggio 2021; il termine ultimo per la richiesta, invece, è fissato al 30 novembre 2021.

La domanda va presentata telematicamente (CLICCA QUI); si ricorda poi che coloro che hanno a carico più di una persona non autosufficiente potranno presentare domanda per ciascuno di essi.

Iscriviti alla newsletter