Bonus 600 euro collaboratori sportivi: requisiti e come fare domanda

Rosaria Imparato

08/04/2020

25/05/2021 - 15:15

condividi

Bonus 600 euro collaboratori sportivi, al via le richieste fino al 30 aprile. I requisiti e le istruzioni si trovano nel decreto congiunto tra MEF e Ministro per le politiche giovanili e lo sport del 6 aprile 2020. Vediamo passo per passo come fare domanda.

Bonus 600 euro collaboratori sportivi: requisiti e come fare domanda

Bonus 600 euro anche ai collaboratori sportivi: le domande per ricevere l’indennità si possono fare solo sulla piattaforma Sport e Salute fino al 30 aprile 2020.

Il contributo per i titolari di rapporti di collaborazione da prima del 23 febbraio e ancora in vigore presso federazioni sportive nazionali, enti di promozione sportiva, discipline sportive associate e associazioni sportive dilettantistiche, è previsto dall’articolo 96 del decreto Cura Italia.

Il decreto, entrato in vigore il 17 marzo, ha stanziato per l’indennità a favore dei collaboratori sportivi con determinati requisiti 50 milioni di euro: da queste risorse verranno erogati i 600 euro, in ordine di presentazione della richiesta.

Le istruzioni su come fare domanda si trovano nel decreto attuativo congiunto tra MEF e Ministro per le Politiche giovanili e lo Sport, emanato il 6 aprile 2020.

Bonus 600 euro collaboratori sportivi: requisiti dei beneficiari

Il bonus 600 euro per i collaboratori sportivi è previsto dall’articolo 96 del decreto Cura Italia.

I requisiti, così come le modalità di invio della domanda, vengono esplicitati nel decreto congiunto tra Ministero dell’Economia e Ministro per le Politiche giovanili e lo Sport, pubblicato il 6 aprile 2020.

Decreto MEF e Ministro per le politiche giovanili e lo sport - bonus 600 euro collaboratori sportivi
Clicca qui per scaricare il file.

Hanno diritto all’indennità i titolari di rapporti di collaborazione sportiva presso:

  • le Federazioni Sportive Nazionali;
  • gli Enti di Promozione Sportiva;
  • le Discipline Sportive Associate;
  • società e associazioni sportive dilettantistiche.

I rapporti di collaborazione devono risalire a prima del 23 febbraio ed essere ancora pendenti alla data del 17 marzo (cioè quando è entrato in vigore il Cura Italia).

I liberi professionisti titolari di partita IVA non rientrano nella platea di beneficiari di questo bonus ma, se in possesso degli altri requisiti previsti dall’articolo 27 del Cura Italia, possono presentare domanda per l’indennità all’INPS.

Per avere diritto al bonus di 600 euro, inoltre, il rapporto di collaborazione con gli enti e società di cui sopra, deve essere instaurato con un organismo sportivo riconosciuto dal CONI: FSN, DSA, EPS.

Infine, i beneficiari del bonus 600 euro devono avere altri due requisiti:

  • non aver percepito il reddito di cittadinanza per il mese di marzo;
  • non aver percepito nessun reddito da lavoro dipendente per il mese di marzo.

Per maggiori informazioni sui requisiti invitiamo i lettori a consultare le FAQ sul sito di Sport e Salute.

Bonus 600 euro collaboratori sportivi: come fare domanda

Le istruzioni su come fare domanda per ricevere il bonus di 600 euro sul proprio conto corrente si trovano all’interno del decreto congiunto pubblicato il 6 aprile.

Le domande possono essere inoltrate solo tramite la piattaforma del sito di Sport e Salute, attiva dalle ore 14:00 di martedì 7 aprile.

C’è una scadenza ben precisa entro cui fare domanda: il 30 aprile 2020.

Innanzitutto bisogna prenotarsi e registrarsi sul sito Sport e Salute inviando un SMS col proprio codice fiscale al numero 339.9940875.

Il sistema risponderà con un SMS in cui ci saranno le seguenti informazioni:

  • data e fascia oraria in cui si potrà accedere alla piattaforma;
  • un codice univoco alfanumerico di accesso;
  • il link per accedere alla piattaforma e iniziare a compilare la domanda.

A questo punto può iniziare la seconda fase, quella dell’accreditamento: servono codice fiscale, codice univoco e indirizzo email.

Una volta accreditati, si può procedere con la compilazione e invio della domanda. I seguenti documenti sono necessari per la buona riuscita della richiesta, e vanno allegati alla domanda:

  • copia fronte-retro di un documento di riconoscimento valido;
  • copia del contratto di collaborazione o della lettera di incarico (in assenza di questi va allegata copia della quietanza relativa al pagamento del compenso per il mese di febbraio 2020).

In caso di domande incomplete, il richiedente avrà 7 giorni di tempo per integrare con i documenti mancanti la propria richiesta: oltre questo limite si decade dal diritto all’indennità.

Guida alla Presentazione della Domanda di Indennità per Collaboratori Sportivi
Clicca qui per scaricare il file.

Bonus 600 euro collaboratori sportivi: come e quando viene erogato?

Come anticipato, gli interessati alla richiesta del bonus 600 euro possono fare domanda fino al 30 aprile 2020.

L’indennità verrà erogata da Sport e Salute sul conto corrente che il contribuente ha indicato durante la compilazione della domanda.

Verrà data priorità ai richiedenti che nel 2019 hanno percepito compensi non superiori a 10.000 euro.

Il bonus verrà erogato entro 30 giorni dalla ricezione della domanda, esclusivamente tramite bonifico bancario.

Le risorse stanziate per coprire le richieste ammontano a 50 milioni di euro, da cui verranno erogate le indennità, approvate in ordine di presentazione: i pagamenti quindi avverranno secondo l’ordine cronologico di invio della domanda.

Secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, sono già oltre 100.000 le domande inoltrate, ma le risorse stanziate possono coprirne poco più di 83.000.

Una vera e propria sfida per il Ministro per le politiche giovanili e lo sport Vincenzo Spadafora, che sta lavorando affinché i fondi vengano aumentati e il bonus venga garantito a tutti sia a marzo che ad aprile.

Iscriviti a Money.it