Bonus 100 euro anche ai volontari della Protezione Civile e della Croce Rossa?

Il bonus 100 euro spetta anche ai volontari della Protezione Civile e della Croce Rossa che hanno lavorato durante il mese di marzo: le motivazioni si trovano nella risposta all’interpello n. 302 del 2 settembre dell’Agenzia delle Entrate.

Bonus 100 euro anche ai volontari della Protezione Civile e della Croce Rossa?

Bonus 100 euro come premio in busta paga per chi ha lavorato in sede durante il mese di marzo: spetta anche ai volontari della Protezione Civile e della Croce Rossa?

L’istante che ha posto questo quesito all’Agenzia delle Entrate ha svolto attività di protezione civile: si chiede dunque se abbia diritto al bonus previsto dal decreto Cura Italia per chi ha continuato a lavorare in sede durante il mese di marzo.

Vediamo i dettagli della risposta all’interpello n. 302 del 2 settembre con cui l’Agenzia delle Entrate accorda l’accesso al beneficio in busta paga anche a chi ha svolto il lavoro di volontario.

Bonus 100 euro anche ai volontari della Protezione Civile e della Croce Rossa?

Il bonus 100 euro introdotto dal decreto Cura Italia è un premio per i lavoratori dipendenti pubblici e privati che durante il mese di marzo hanno continuato a lavorare in sede nonostante l’allerta legata al contagio da Covid-19.

L’altro requisito per avere accesso al premio, erogato direttamente in busta paga, è di tipo economico: il reddito da lavoro annuo non può superare i 40.000 euro.

Il bonus non concorre alla formazione del reddito e va calcolato in base al numero di giorni di lavoro svolti nella propria sede. La ratio di questo bonus è quella di premiare i lavoratori dipendenti che hanno continuato a svolgere la propria attività in sede nel mese di marzo, quindi non sono ricorsi al telelavoro o allo smart working.

Per replicare al quesito posto dall’istante, l’Agenzia delle Entrate nella risposta all’interpello n. 302 del 2 settembre scrive che:

“Ne consegue che il premio è riconosciuto anche a coloro che hanno prestato la loro attività lavorativa in trasferta presso clienti o in missioni o presso sedi secondarie dell’impresa ma non anche nei confronti dei dipendenti che hanno prestato la loro attività lavorativa in modalità di lavoro agile (smart working) o siano stati assenti per qualsiasi altro motivo (ad esempio, ferie, malattia, permessi retribuiti o non retribuiti, congedi, ecc.).”

Risposta all’interpello AdE n. 302 del 2 settembre 2020
Accesso al premio previsto dall’articolo 63, comma 1, del decreto legge 17 marzo 2020, n. 18, in relazione ai giorni del mese di marzo 2020 in cui il contribuente ha effettuato attività di protezione civile in qualità di volontario

Ma vediamo cosa dice nello specifico la normativa del Codice della Protezione Civile.

Bonus 100 euro anche ai volontari della Protezione Civile

L’Agenzia delle Entrate nell’interpello in commento richiama anche l’articolo 39 del Codice della Protezione Civile.

Il comma 1 di tale articolo prevede che ai volontari aderenti ai soggetti iscritti all’Elenco nazionale del volontariato di protezione civile (di cui fa parte la Croce Rossa Italiana), impiegati in attività di soccorso e di assistenza in vista o in occasione di eventi emergenziali, il datore di lavoro, pubblico o privato, è tenuto a garantire:

  • il mantenimento del posto di lavoro;
  • il trattamento economico e previdenziale;
  • la copertura assicurativa.

Il comma 4 dell’articolo 39 del Codice della Protezione Civile inoltre stabilisce che il datore di lavoro ha la possibilità di richiedere il rimborso, nei limiti delle risorse finanziarie disponibili, dell’equivalente degli emolumenti versati al dipendente legittimamente impegnato come volontario.

In conclusione, l’Agenzia delle Entrate ritiene che il lavoro prestato come volontario della Protezione Civile sia una “diversa modalità di svolgimento della prestazione lavorativa”, e quindi non si può considerare assente dal proprio posto di lavoro, circostanza che preclude il diritto al bonus.

Di conseguenza, i volontari della Protezione Civile e della Croce Rossa hanno diritto al premio di 100 euro, calcolato in base ai giorni di lavoro effettuati in sede.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories
SONDAGGIO

1489 voti

VOTA ORA