Bufera Facebook: condivisi dati degli utenti con 4 big cinesi

Facebook torna a far discutere: il social avrebbe condiviso altri dati degli utenti con 4 giganti cinesi tra cui Huawei e Lenovo.

Bufera Facebook: condivisi dati degli utenti con 4 big cinesi

È di nuovo bufera su Facebook, il social network già finito in tribunale per lo scandalo Cambridge Analytica.

Secondo le più recenti notizie di stampa internazionale, la società di Mark Zuckerberg, che pure è stato ripetutamente ascoltato dalle autorità, avrebbe condiviso con 4 giganti dell’industria tech cinese informazioni sui propri iscritti.

Nonostante le nuove accuse, le azioni Facebook hanno continuato a scambiare in rialzo nelle ultime sessioni e hanno guadagnato più dell’1% in Borsa dall’inizio del mese di giugno ad oggi.

Bufera Facebook: con chi ha condiviso i dati?

Secondo le ultime notizie, nel 2010 Facebook ha siglato diversi accordi con quattro società cinesi tra cui Huawei. “Nulla di male” se non fosse che proprio quest’ultima è finita nel mirino delle autorità e dell’intelligence statunitensi che l’hanno definita addirittura come una minaccia alla sicurezza nazionale.

Facebook, però, ha condiviso i dati dei propri utenti anche con altri giganti cinesi tra cui la famosa Lenovo, Oppo e anche TLC.

C’è da notare, tra l’altro, come il nuovo scandalo sia esploso soltanto pochi giorni dopo quello relativo ad un’altra condivisione dei dati che Facebook avrebbe operato con alcuni dei maggiori produttori di dispositivi mobili, Apple e Samsung comprese. Gli accordi stipulati avrebbero permesso al social di irrompere sul mercato della telefonia ben prima del boom delle app.

Facebook ha tentato di rassicurare i propri utenti ribadendo che i dati condivisi con Huawei non sono stati raccolti nel server, ma sono rimasti sul telefonino. Tutto ciò, però, non è bastato a placare polemiche che non hanno particolarmente intaccato il trend rialzista del titolo.

Dall’inizio dell’anno ad oggi, nonostante gli ormai innumerevoli scandali sulla privacy, le azioni Facebook hanno già guadagnato più del 12% a Wall Street.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Facebook, Inc.

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.