UniCredit verso fusione o scissione attività?

Nel futuro delle azioni UniCredit c’è una fusione con altro istituto di credito o addirittura una scissione delle attività? Le indiscrezioni

UniCredit verso fusione o scissione attività?

Le azioni UniCredit alla prova delle ultime indiscrezioni di stampa.

Secondo quanto riportato da alcuni quotidiani economici nostrani, l’istituto di Jean Pierre Mustier si starebbe preparando ad una svolta che potrebbe passare sia per la via della fusione con altro istituto di credito, sia per quella della scissione delle attività.

Nelle ultime settimane le azioni UniCredit sono finite sotto i riflettori di Borsa Italiana e il futuro della quotata è stato ripetutamente legato a quello di Commerzbank.

Le indiscrezioni, però, non sono mai state né confermate né smentite, cosa che ha imposto al mercato di continuare ad interrogarsi sui prossimi progetti della banca. Nel futuro di UniCredit ci sarà una fusione o una scissione delle attività?

Azioni UniCredit: fusione o scissione? L’indiscrezione

Ad interrogarsi sul futuro della banca italiana è stato Milano Finanza, che ha innanzitutto fatto notare la pulizia di bilancio realizzata dal team di Mustier negli ultimi mesi. Un’operazione, questa, alla quale dovrà fare seguito una svolta o, come l’ha definita il quotidiano:

“Una nuova storia da raccontare. E le storie più apprezzate, si sa, sono quelle di M&A”.

E proprio in questo senso, ha continuato MF, UniCredit ha lavorato a lungo per realizzare una fusione con Société Générale, ma l’operazione è poi sfumata a causa delle incertezze politiche.

Da qui la necessità di individuare un nuovo piano. Tra le ipotesi al vaglio sicuramente la scissione tra le attività italiane e quelle estere, ma non solo.

Secondo le indiscrezioni di stampa citate, le azioni UniCredit continueranno a fare i conti con l’ipotesi di fusione con altro istituto di credito. Nelle scorse settimane la banca è stata avvicinata con insistenza a Commerzbank (dopo il fallimento dei colloqui con Deutsche Bank), ma le speculazioni sono rimaste tali, almeno per il momento.

Se non sarà la tedesca, Mustier potrà comunque andare alla ricerca di un partner europeo dalle dimensioni simili. La fusione, insomma, rimarrà un tema caldo a prescindere dai soggetti coinvolti e continuerà ad imporre un attento monitoraggio delle azioni UniCredit in Borsa. Dall’inizio dell’anno ad oggi il titolo ha guadagnato un 8% eroso dal tonfo del mese di maggio.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Unicredit S.p.A.

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.