Leonardo: scivolone in Borsa dopo i conti

Azioni Leonardo in forte ribasso dopo i conti: i risultati dei primi 9 mesi che hanno affossato la ex Finmeccanica nell’ultima seduta della settimana

Leonardo: scivolone in Borsa dopo i conti

Protagoniste assieme a TIM dell’ultima sessione della settimana, le azioni Leonardo sono finite nuovamente sotto la lente di ingrandimento degli osservatori di Borsa Italiana.

Sia la ex monopolista delle telecomunicazioni che la ex Finmeccanica hanno pubblicato a scambi chiusi i propri risultati finanziari relativi ai primi 9 mesi dell’anno. La differenza tra le due quotate, però, è risultata evidente.

Mentre Telecom ha dovuto fare i conti con un rosso di oltre 800 milioni, le azioni Leonardo hanno fronteggiato un utile netto in leggerissimo calo. Nei primissimi minuti di contrattazione, però, il titolo ha immediatamente perso quota.

I conti che hanno messo in guardia le azioni Leonardo

Nei primi 9 mesi dell’anno la ex Finmeccanica è riuscita a registrare un aumento del 2,4% dei ricavi, che si sono così portati dagli 8,05 miliardi del pari periodo 2017 a quota 8,24 miliardi di euro.

Le azioni Leonardo, però, hanno dovuto fare i conti non soltanto con i dati sui ricavi, ma anche con quelli sul margine operativo lordo che si è contratto del 15,7% da 1,11 miliardi a 933 milioni di euro. A pesare in tal senso è stato il Consorzio GIE-ATR che ha fatto fronte a minori consegne, alle oscillazioni del cambio euro dollaro e alla divisione Elicotteri.

Ancora nei primi nove mesi dell’anno a scendere è stato anche l’utile netto. In questo caso però la flessione è risultata minima e il dato è passato da 265 a 263 milioni di euro.

Al 30 settembre, poi, l’indebitamento netto si è mostrato in aumento a 3,5 miliardi, il tutto rispetto ai 2,58 miliardi di inizio anno. Sulla dinamica degli ordini invece (+18,2%) ha influito positivamente anche il contratto NH90 di 3 miliardi. Al 30 settembre, insomma, il portafoglio ordini a 34.501 milioni di euro ha alzato il velo su un incremento annuo dell’1,4%.

Molteplici dati, questi, con i quali le azioni Leonardo dovranno fronteggiarsi nell’ultima seduta della settimana. A commentare i conti della ex Finmeccanica è intervenuto Alessandro Profumo che ha parlato di risultati in linea con le attese.

“I recenti successi commerciali in Qatar, Usa e Cina, la performance di tutti i business, il recupero degli Elicotteri, l’incremento di Leonardo DRS e il controllo dei costi rigoroso ci rendono fiduciosi di poter garantire a Leonardo una crescita sostenibile di lungo periodo in linea con gli obiettivi del Piano Industriale.”

In considerazione dei risultati ottenuti, la ex Finmeccanica ha confermato la Guidance per l’intero anno:

  • Ordini: compresi tra 14 e 14,5 miliardi di euro
  • Ricavi: tra 11,5 e 12,0 miliardi di euro
  • EBITA: tra 1.075 e 1.125 milioni di euro
  • Free Operating Cash Flow: fra 300 e 350 milioni di euro
  • Indebitamento netto: 2,4 miliardi di euro

Al momento della scrittura, qualche minuto dopo l’avvio delle contrattazioni, le azioni Leonardo stanno reagendo ai conti con un ribasso del 2,4% che le sta portando su quota €9,48.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Leonardo (ex Finmeccanica)

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.