Trimestrale Atlantia: titolo sulle montagne russe dopo i conti

Andamento particolarmente altalenante per le azioni Atlantia dopo la diffusione dei numeri al 30 settembre e la decisione del Cda in tema di dividendo.

Trimestrale Atlantia: titolo sulle montagne russe dopo i conti

Seconda parte di seduta particolarmente volatile per le azioni Atlantia che, dopo essersi spinte fino a 22,79 euro a seguito della pubblicazione dei conti, sono scivolate a 22,4 dopo la notizia della mancata distribuzione del dividendo.

In chiusura di ottava, le azioni Atlantia si sono fermate ai massimi intraday a 22,8 euro, +0,8% rispetto al dato precedente.

Trimestrale Atlantia: ricavi in aumento del 4% al 30 settembre

Nei primi nove mesi il traffico sulla rete autostradale è cresciuto di mezzo punto percentuale in Italia, del 4,7% in Spagna, è sceso dello 0,2% in Francia ed ha rispettivamente segnato un +4,1 e un +4,2 in Cile e Brasile. Per quanto riguarda invece il traffico passeggeri, Aeroporti di Roma ha registrato un +1,7% mentre Aéroports de la Côte d’Azur ha visto il dato salire del 5,1%.

Nel complesso, i ricavi operativi si sono attestati a 8.820 milioni, +4% su base omogenea pro-forma (non considerando l’apporto del gruppo Abertis, consolidato in Atlantia da fine ottobre 2018).

Incremento minore per l’Ebitda: Atlantia ha chiuso i nove mesi al 30 settembre con un margine operativo lordo in aumento di un punto percentuale a 5.698 milioni di euro generato per il 45% dalle attività in Italia e per il 55% da quelle estere.

Abertis nei nove mesi ha registrato ricavi per 4 miliardi (+2,9%) e un Ebitda di 2,8 miliardi (+5,6%).

Trimestrale Atlantia: utile a 1,3 miliardi di euro

L’utile del periodo di pertinenza del Gruppo è risultato pari a 1.312 milioni di euro, +579 milioni rispetto ai primi nove mesi del 2018 (733 milioni di euro, che risentivano dell’accantonamento degli oneri legati al ponte Morandi).

L’indebitamento finanziario netto al 30 settembre si attestava a 38.057 milioni di euro, contro i 37.931 milioni di fine 2018. Il dato, precisa la società, non include i proventi derivanti dalla cessione della quota detenuta in Hispasat per 933 milioni di euro, perfezionata il 3 ottobre 2019.

Trimestrale Atlantia: niente acconto su dividendo

Alla luce della prosecuzione della situazione di incertezza per quanto riguarda la concessione di Autostrade per l’Italia, che potrebbe incorrere nella revoca della concessione dopo il crollo del ponte Morandi di Genova, il Cda della società ha infine stabilito di non procedere alla distribuzione dell’acconto sui dividendi per l’esercizio 2019.

Trimestrale Atlantia: 2019 “complessivamente positivo”

Il gruppo controllato dai Benetton per il 2019 stima «un andamento complessivamente positivo». Tra i rischi, la società cita le incertezze legate ad Alitalia e la possibile revoca della concessione autostradale per Aspi.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Atlantia

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.