Assunzioni agevolate giovani 2017: gli incentivi per chi assume

Anna Maria D’Andrea

3 Gennaio 2017 - 15:37

condividi

Assunzioni agevolate giovani 2017: ecco quali sono gli incentivi per le aziende che assumono lavoratori giovani e quali sono le regole previste.

Assunzioni agevolate giovani 2017: gli incentivi per chi assume

Assunzioni agevolate giovani 2017: gli incentivi per chi assume nuovi lavoratori rientranti in questa specifica categoria sono state confermate ed estese anche per questo anno. Si tratta di importanti agevolazioni per i datori di lavoro e le aziende che decidono di ampliare il proprio organico e assumere giovani nel rispetto di determinati requisiti.

Tra le misure previste relativamente alle assunzioni agevolate giovani 2017 la recente conferma degli incentivi per il programma di tirocinio Garanzia Giovani è soltanto una delle possibilità per i datori di lavoro. Tra le possibilità per i datori di lavoro anche l’assunzione agevolata di giovani che hanno svolto periodi di tirocinio universitario, di alternanza scuola-lavoro o percorsi professionali all’interno dell’azienda, beneficiando dello sgravio contributivo.

Ma le agevolazioni vanno anche a beneficio dei datori di lavoro e delle aziende che possono usufruire di sgravi contributivi e incentivi fiscali per le nuove assunzioni di lavoratori. Tra le importanti agevolazioni per incentivare l’occupazione giovanile è stato recentemente introdotto il Bonus assunzioni Sud, misura che sulla base delle previsioni porterà a maggiore occupazione e ripresa del settore imprenditoriale in Italia.

Ecco quali sono le agevolazioni per assumere giovani nel 2017 e quali gli incentivi per le imprese e i datori di lavoro.

Assunzioni agevolate giovani 2017: gli incentivi per chi assume

Le assunzioni agevolate per giovani continuano nel 2017. A tal proposito si ricorda che il 31 dicembre 2016 è invece scaduto il termine per beneficiare degli incentivi per assumere giovani con contratto di apprendistato ma le opportunità per le imprese che decidono di investire sull’occupazione giovanile restano ancora notevoli.

Tra le recenti misure introdotte e confermate con la Legge di Bilancio 2017, ex Stabilità, un capitolo rilevante riguarda proprio le agevolazioni per assumere nuovi lavoratori con specifici requisiti anagrafici. L’obiettivo è quello di contrastare la disoccupazione giovanile e il cosiddetto fenomeno dei NEET, i giovani che non sono impegnati in percorsi di studio e lavoro, dato che in Italia, secondo le recenti rilevazioni Istat, è arrivato a toccare il 37,5%.

Quali sono quindi gli incentivi per le aziende che assumono giovani lavoratori? Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza e vediamo, per punto, in cosa consistono le assunzioni agevolate giovani 2017.

Assunzioni agevolate giovani 2017: incentivi Garanzia Giovani

Le assunzioni agevolate giovani 2017 previste con la proroga di Garanzia Giovani sono rivolte ai ragazzi tra i 15 e i 24 anni e tra i 24 e i 29 anni privi di impiego da almeno sei mesi, non impegnati in percorsi di istruzione o formazione e iscritti al programma Garanzia Giovani.

L’incentivo per assunzioni collegate al tirocinio Garanzia Giovani riguarda gli inserimenti in azienda effettuati nel 2017 con contratto di apprendistato, a tempo indeterminato o determinato di almeno sei mesi e prevedono agevolazioni per l’azienda, ovvero uno sgravio contributivo per 12 mesi di massimo 8.060 euro per lavoratore, dimezzato nel caso di contratto a tempo determinato.

In sintesi, per accedere alle agevolazioni per le assunzioni giovani 2017 previste dal programma Garanzia Giovani bisognerà stipulare una delle seguenti tipologie contrattuali:

  • contratto a tutele crescenti tempo indeterminato;
  • contratto di apprendistato;
  • contratto a tempo determinato di almeno 6 mesi.

Leggi anche -> Bonus Garanzia Giovani 2017 potenziato: nuovi importi, requisiti e novità del bonus assunzioni

Assunzioni agevolate giovani 2017: incentivi assunzioni al Sud

Con il decreto del 21 novembre 2016 è stata inserita la nuova agevolazione per i contratti di lavoro stipulati con giovani residenti nelle regioni del Sud. In questo caso per assunzioni di giovani compresi tra i 15 e i 24 anni oppure con età maggiore ai 24 anni in stato di disoccupazione da almeno 6 mesi è previsto uno sgravio contributivo di 8.060 euro massimi per giovane assunto con contratto a tempo indeterminato.

Gli incentivi per le assunzioni al Sud 2017 sono erogate per i contratti a tempo indeterminato e in apprendistato stipulati nel periodo compreso tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2017 ed esclusivamente per le aziende con sede operativa nelle seguenti regioni:

  • regioni meno sviluppate ovvero Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia;
  • regioni in transizione ovvero Sardegna, Abruzzo e Molise.

Assunzioni agevolate giovani 2017: incentivi Alternanza Scuola-lavoro e Tirocini curriculari

A partire dal 1° gennaio 2017 ha preso avvio l’agevolazione per assumere giovani che hanno effettuato in azienda periodi di alternanza scuola-lavoro o tirocini curricolari svolti durante il periodo universitario.

Più nel dettaglio e sulla base di quanto stabilito dai commi 308 e 309 della Legge di Stabilità 2017 le aziende potranno beneficiare dell’esonero contributivo per un importo massimo di 3.250 euro relativamente all’assunzione a tempo indeterminato, a partire dal 1 gennaio 2017 e fino alla fine del 2018, di giovani che hanno svolto presso il medesimo datore di lavoro periodi di alternanza scuola lavoro pari ad almeno il 30% delle ore di lavoro oppure periodi di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, diploma di istruzione secondaria superiore, certificato di specializzazione tecnica superiore o periodi di apprendistato in alta formazione.

Per ottenere le agevolazioni 2017 l’assunzione dovrà avvenire entro 6 mesi dal conseguimento del titolo di studio e le domande dovranno essere inviate all’Inps entro il 31 dicembre 2018.

L’accesso agli incentivi per assunzioni agevolate di giovani è subordinato alla verifica dell’ammontare delle risorse stanziate e fino ad esaurimento dei fondi: 7,4 milioni di euro per il 2017, 40,8 milioni per il 2018, 86,9 milioni di per il 2019, 84 milioni di euro per il 2020, 50,7 milioni per il 2021, 4,3 milioni per il 2022.

Esclusi i contratti di lavoro domestico e quelli per operai del settore agricolo.

Potrebbe interessarti anche -> Bonus assunzioni donne 2017: agevolazioni e requisiti

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Iscriviti a Money.it