Assegni familiari (ANF) arretrati superiori a 3.000 euro: istruzioni INPS

Assegni familiari 2019: ecco le nuove istruzioni INPS per le domande da presentare per arretrati superiori a 3.000 euro.

Assegni familiari (ANF) arretrati superiori a 3.000 euro: istruzioni INPS

Assegni familiari: nuove istruzioni dell’INPS tramite il messaggio numero 3119 di ieri, 26 agosto 2019.

Con la comunicazione in oggetto, l’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale ha precisato che “fino a quando non sarà resa obbligatoria la compilazione del nuovo elemento - si parla dei flussi telematici Uniemens - le aziende dovranno continuare a trasmettere flussi di regolarizzazione per arretrati di importo superiore a 3.000 euro secondo le disposizioni impartite con il messaggio n. 4283 del 31/10/2017”.

Di conseguenza, finché non verranno emanate nuove disposizioni, si dovranno osservare le vecchie regole.

Assegni familiari (ANF), istruzioni INPS per regolarizzazione di arretrati superiori a 3.000 euro

Ecco il testo ufficiale del messaggio INPS numero 3119 del 26 agosto 2019:

Con la circolare n. 45 del 22/03/2019 sono state fornite le indicazioni relative alle nuove modalità di presentazione della domanda di Assegno per il nucleo familiare per i lavoratori dipendenti di aziende attive del settore privato non agricolo.

Successivamente, con il messaggio n. 1777 del 08/05/2019, sono state fornite le istruzioni ai datori di lavoro per la compilazione del flusso UniEmens, in particolare per la valorizzazione dei campi del nuovo elemento .

Al paragrafo 4.3 del suddetto messaggio si sottolinea che “l’introduzione e la compilazione del nuovo elemento consente all’Istituto il controllo puntuale della congruità di tutti i conguagli effettuati, anche di quelli relativi agli assegni al nucleo familiare arretrati” e che “a decorrere dalla dichiarazione contributiva di 07/2019 […] non sarà più necessario trasmettere flussi di regolarizzazione per arretrati di importo maggiore di 3.000 euro”.

Per venire incontro alle richieste di aziende ed intermediari, con il messaggio n. 2815 del 24/07/2019 è stato comunicato che l’introduzione delle novità previste dal citato messaggio n. 1777 del 08/05/2019 è rinviata alla denuncia contributiva di competenza del mese 09/2019 e, pertanto, la compilazione della nuova sezione rimane facoltativa fino a tale denuncia.

A seguito del rinvio dell’obbligatorietà della compilazione della nuova sezione , con il presente messaggio si precisa che, fino a quando non sarà resa obbligatoria la compilazione del nuovo elemento , le aziende dovranno continuare a trasmettere flussi di regolarizzazione per arretrati di importo superiore a 3.000 euro secondo le disposizioni impartite con il messaggio n. 4283 del 31/10/2017”.

Assegni familiari INPS 2019: istruzioni per importi maggiori a 3000 euro
Messaggio INPS numero 3119 del 26 agosto 2019

Assegni familiari: nuove regole per la domanda dallo scorso 1° luglio 2019

Dallo scorso 1° luglio 2019 sono in vigore le nuove tabelle INPS per gli assegni al nucleo familiare ANF.

Ovviamente le tabelle INPS con gli importi sono il primo fondamentale passaggio per il calcolo degli Assegni familiari 2019 2020, ma la vera grande novità a partire dallo scorso 1° luglio è un’altra.

Cambia infatti la modalità di presentazione delle domande, che adesso sono solo telematiche ed a cura della lavoratrice/lavoratore, che dovranno presentarla mediante l’apposita funzione del sito istituzionale dell’INPS.

Per maggiori dettagli in ordine alle modalità di presentazione della domanda per gli assegni familiari INPS 2019 2020 i lettori interessati possono fare riferimento al nostro approfondimento dedicato.

Iscriviti alla newsletter Fisco e Tasse per ricevere le news su Assegni familiari

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.