Asili nido: in Italia c’è posto per 1 bambino su 4

Secondo quanto evidenziato dalla ricerca effettuata da UeCoop, in Italia negli asili nido vi è posto solo per 1 bambino su 4. Inoltre la spesa media delle famiglie del Bel Paese si attesta a circa 1,5 miliardi di euro l’anno

In Italia negli asili nido c’è posto per un 1 bambino su 4. A rivelarlo è un’analisi su dati Istat della UeCoop, ossia l’Unione Europea delle Cooperative, che infatti afferma che solo il 25% dei bambini italiani fino a tre anni di età riesce a trovare posto all’interno degli asili nido.

Una percentuale nettamente più bassa rispetto al parametro del 33% fissato dall’Unione Europea per poter conciliare vita familiare e professionale e promuovere la partecipazione delle donne nel mondo del lavoro.

La ricerca effettuata da UeCoop arriva praticamente in contemporanea con le parole del Ministro dell’economia Roberto Gualtieri che ha confermato che dal 1° gennaio 2020 gli asili nido saranno gratuiti per la stragrande maggioranza delle famiglie italiane.

La spesa media per gli asili nido in Italia

Oltre ad aver sottolineato l’importanza dei servizi di welfare familiare, visto che giocano un ruolo strategico a causa delle esigenze lavorative dei genitori, la ricerca effettuata da UeCoop si sofferma anche su un altro aspetto: a quanto ammonta la spesa media per gli asili nido in Italia.

Secondo quanto analizzato dall’Unione Europea per le Cooperative, essa sfiora 1,5 miliardi di euro all’anno con oltre 350 mila posti autorizzati su un totale di 1,4 milioni di bambini fra zero e due anni potenziali utenti.

Per questo la ricerca UeCoop su dati Ipsos, dimostra che quasi 6 dipendenti su 10, con esattezza il 59%, al primo posto nella classifica dei benefit aziendali preferiti inseriscono proprio quelli legati alle spese familiari: dall’asilo nido, alla scuola dei figli.

Spese scolastiche e asili nido: ecco i benefit preferiti

Entrando più nel dettaglio di questa ricerca sui benefit preferiti dai dipendenti italiani, è possibile notare che quello senza dubbio più desiderato riguarda le spese scolastiche dei figli per tasse e libri di testo. Esso ha infatti ottenuto la preferenza del 46%.

Ma non è tutto. Per il 22% del campione analizzato il benefit preferito dai dipendenti italiani è invece quello che riguarda espressamente le spese per asili nido e babysitter.

Come sottolinea UeCoop, per rispondere a questa domanda di assistenza sono scese in campo le cooperative e sono sempre più diffusi nelle grandi aziende anche asili per i figli dei dipendenti oppure iniziative di mini nido con “tate” che seguono piccoli gruppi di bambini in grandi appartamenti attrezzati.

Infine, per analizzare quanto pagano gli italiani oggi per portare i propri figli all’asilo nido e capire se la gente è d’accordo con la misura degli asili nido gratis confermata dal Ministro dell’economia Roberto Gualtieri, Money.it si è recata alla Stazione Centrale di Milano. Per scoprire le risposte potete andare sul canale youtube della nostra redazione.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Asilo Nido

Condividi questo post:

Asili nido: in Italia c'è posto per 1 bambino su 4

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \