Oro ai massimi da maggio 2013: prezzi mettono nel mirino i 1.500 dollari

I prezzi dell’oro sono inseriti in una struttura grafica fortemente positiva. Operativamente, si potrebbero valutare strategie di matrice long dagli attuali livelli

Oro ai massimi da maggio 2013: prezzi mettono nel mirino i 1.500 dollari

Seduta all’insegna dei forti rialzi per l’oro, che segna nuovi massimi dal 9 maggio 2013 attestandosi, al momento della scrittura, a 1.459,80 dollari l’oncia.

L’intonazione positiva del metallo giallo è dovuta alla fase di risk off sui mercati azionari, vittime dei ribassi dopo la riaccensione delle tensioni commerciali tra Usa e Cina. Dopo la decisione del Presidente americano, Donald Trump, di imporre nuovi dazi del 10% su 300 miliardi di beni cinesi (per approfondire). Come contromossa, il Dragone ha deciso di bloccare le importazioni di prodotti agricoli statunitensi.


Oro, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

Graficamente, i prezzi dell’oro evidenziano una struttura costruttiva: con il rimbalzo sulla linea di tendenza che unisce i minimi del primo a quelli del 9 luglio 2019, e la successiva rottura del livello statico a 1.433,84 dollari l’oncia, le quotazioni sembrano pronte a mettere a segno un nuovo impulso bullish.

Questa ipotesi acquisisce ancor più validità se si considera il fatto che oggi i compratori sono riusciti ad effettuare il breakout della trendline che collega i top del 25 giugno a quelli del 18 luglio 2019.

Ora i compratori potrebbero spingere il prezioso per eccellenza verso la soglia psicologica dei 1.500 dollari, per poi passare al test del livello statico di lungo periodo a 1.535,0699 dollari, lasciato in eredità dai minimi del 26 settembre 2011.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Strategie operative sull’oro


Elaborazione Ufficio Studi di Money.it

L’intonazione fortemente positiva dell’oro suggerisce l’implementazione di strategie di stampo long da 1.457 dollari l’oncia. Lo stop loss andrebbe posto sotto 1.403 dollari, mentre l’obiettivo principale a 1.515 dollari. Il target finale sarebbe localizzato a ridosso della resistenza menzionata nel corso dell’analisi a 1.535 dollari.

Iscriviti alla newsletter Analisi dei Mercati

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.