Amministratori di condominio: proroga per la comunicazione spese ristrutturazione

Proroga della scadenza per l’invio della comunicazione delle spese di ristrutturazione da parte degli amministratori di condominio. Il termine per la trasmissione passa dal 28 febbraio all’8 marzo 2019.

Amministratori di condominio: proroga per la comunicazione spese ristrutturazione

Proroga della scadenza per l’invio della comunicazione delle spese da parte degli amministratori di condominio.

Per i lavori di ristrutturazione e di riqualificazione energetica la comunicazione delle spese sostenute dovrà essere inviata all’Agenzia delle Entrate entro l’8 marzo 2019. A disporre la proroga del termine ultimo, fissato al 28 febbraio, è il provvedimento pubblicato nella serata del 27 febbraio.

Si chiude così il ciclo di proroghe concesse dall’Amministrazione Finanziaria per accogliere le richieste di professionisti ed intermediari. Ricordiamo che la comunicazione da parte degli amministratori di condominio è uno degli adempimenti utili per consentire alle Entrate di predisporre il modello di dichiarazione dei redditi precompilata.

I dati inviati al Fisco saranno inseriti all’interno del modello 730 precompilato di ciascun condomino, in relazione alla quota di spesa sostenuta e ammessa in detrazione fiscale Irpef.

Amministratori di condominio: proroga per la comunicazione spese ristrutturazione

La proroga della scadenza per l’invio della comunicazione delle spese di ristrutturazione e riqualificazione energetica dei condomini non modificherà le tempistiche per la messa a disposizione del 730 precompilato a partire dal 15 aprile 2019.

A sottolinearlo è l’Agenzia delle Entrate che, nell’annunciare la proroga della scadenza dal 28 febbraio all’8 marzo 2019, specifica che non sarà compromessa la tempistica per l’elaborazione della precompilata.

L’invio dei dati delle spese sostenute da ciascun condomino rappresenta uno degli adempimenti legati all’avvio della stagione dichiarativa. La comunicazione inviata dagli amministratori di condominio consente infatti alle Entrate di indicare già nel precompilato l’importo di spesa detraibile per il contribuente.

La concessione della proroga della scadenza per la trasmissione dei dati è motivata dalle esigenze manifestate dalle associazioni di categoria degli amministratori di condominio.

Richieste accolte con il provvedimento pubblicato il 27 febbraio 2019 quando in realtà chi doveva inviare la comunicazione annuale probabilmente aveva già effettuato il tutto. Un tempismo che non è certo un unicum e che anzi, proprio nella giornata di ieri, ha caratterizzato anche la proroga a sorpresa delle Lipe.

Agenzia delle Entrate - provvedimento del 27 febbraio 2019
Proroga dei termini per la comunicazione all’anagrafe tributaria, ai fini della elaborazione della dichiarazione dei redditi precompilata 2019, dei dati relativi agli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica effettuati su parti comuni di edifici residenziali.

Proroga comunicazione spese condominio: ecco i dati da inviare

Gli amministratori di condominio avranno tempo quindi fino all’8 marzo 2019 per l’invio dei seguenti dati:

  • spese di ristrutturazione edilizia e risparmio energetico effettuati sulle parti comuni condominiali;
  • dati relativi all’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici finalizzati all’arredo delle parti comuni dell’immobile oggetto di ristrutturazione;
  • spese sostenute per interventi sulle parti comuni di sistemazione a verde.

L’elenco dei dati oggetto della comunicazione rientrano tra le spese ammesse in detrazione fiscale rispettivamente con il bonus ristrutturazioni, l’ecobonus, il bonus mobili ed il nuovo bonus verde, al debutto proprio con la dichiarazione dei redditi 2019.

Tutte voci di spesa che, in relazione alla percentuale di detrazione riconosciuta ed alla quota di spesa imputabile a ciascun condomino, arricchiranno le informazioni presenti nel modello 730 precompilato.

Iscriviti alla newsletter "Fisco"

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.