WhatsApp: ecco la nuova chat alternativa di Google

Matteo Novelli

19 Giugno 2019 - 17:20

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Google sviluppa una nuova chat alternativa per smartphone Android, pronta a sfidare WhatsApp e iMessage (da cui prende ispirazione). Ecco come funzionano i nuovi SMS.

Google sfida WhatsApp con la sua nuova chat alternativa: la grande G si prepara a rivoluzionare i vecchi SMS grazie a un’app inedita e al nuovo protocollo comunicativo RCS (Rich Communicaton Services). Cosa cambia rispetto ad alcune popolari chat di messaggistica come iMessage, Telegram o WhatsApp? Semplice: l’intenzione della del colosso di Mountain View è quella di riportare un auge i messaggi attraverso la creazione di una sorta di SMS 2.0 con cui si potranno inviare non solo testo, ma anche immagini, documenti e video.

Un aggiornamento a lungo atteso, già applicato a livello europeo in Francia e Regno Unito, che verrà presto introdotto anche in Italia all’interno dell’app Chat. Ecco come funziona e perché potrebbe rappresentare un’ottima alternativa a WhatsApp.

Google Chat: gli SMS diventano un’alternativa a WhatsApp

Cosa cambia con Chat? Sostanzialmente ben poco per chi normalmente è ormai abituato a utilizzare servizi come WhatsApp o Facebook Messenger: si tratta infatti di un aggiornamento destinato a sostituire la tradizionale app per inviare e ricevere messaggi su Android, rendendola più simile agli iMessagge di iPhone.

Come per la controparte per iOS, gli utenti Android potranno scambiare tra loro messaggi di testo e file multimediali attraverso un ecosistema chiuso e totalmente gratuito. In pratica, si potranno inviare SMS gratis tra smartphone del robottino verde, senza spendere i soldi del proprio credito residuo o consumare quelli previsti dalla propria soglia.

L’unica pecca arriva, per ora, dalla sicurezza: gli SMS scambiati con Chat non sono protetti da crittografia end-to-end (rendendoli meno sicuri di alcune applicazioni che da tempo adottano questa forma come WhatsApp o Telegram).

Oggi gli utenti sono sempre più attenti alla propria privacy nel mondo digitale e di recente Google ha avuto diversi problemi in merito, accanto alle app di proprietà di Mark Zuckerberg. Su questo punto Google corre già ai ripari, come dichiarato da Sanaz Ahari (manager di Android Mesesages): “Noi crediamo che la comunicazione, in particolare quella relativa alla messaggistica, sia altamente personale e che tutti gli utenti abbiano il diritto alla privacy. Siamo attualmente impegnati nel trovare una soluzione a questo problema”.

Sempre stando alle dichiarazioni di Ahari, i nuovi SMS fi Google arriveranno nel corso dell’anno, probabilmente entro la fine del 2019.

Argomenti

# Google
# App

Iscriviti alla newsletter

Money Stories