Viaggi a Londra dopo Brexit: documenti e regole per i turisti italiani

13 Maggio 2021 - 17:28

13 Maggio 2021 - 17:35

condividi

Adesso per andare a Londra ci servono passaporto e visto o basta la carta d’identità? Requisiti e documenti richiesti per visitare il Regno Unito nel 2021, dopo la Brexit.

Viaggi a Londra dopo Brexit: documenti e regole per i turisti italiani

Con la Brexit il Regno Unito è uscito dall’Unione europea. Ma questo cosa significa per chi viaggia? Ai turisti italiani ed europei servono passaporto e visto per andare a Londra o per visitare altre città inglesi o si potrà continuare a usare la carta d’identità?

Tra le varie conseguenze della Brexit, quella che solleva più preoccupazioni tra i nostri connazionali riguarda proprio i viaggi in Inghilterra, paese che da sempre attira un gran numero di turisti, studenti e lavoratori. Pensiamo che a Londra vivono mezzo milione di italiani, e ogni anno sono migliaia di turisti italiani che decidono di visitare la City.

Vediamo allora quali sono le nuove regole, i requisiti e i documenti richiesti ai cittadini Ue per entrare e uscire dal Regno Unito nel 2021 dopo la Brexit.

Viaggi a Londra dopo Brexit: cosa serve

Fino al 30 settembre 2021 per andare a Londra i turisti italiani potranno continuare a usare la loro carta d’identità nazionale valida per l’espatrio, sia cartacea che elettronica, o il passaporto in corso di validità.

Dal 1° ottobre 2021 al 31 dicembre 2025 la carta d’identità per entrare nel Regno Unito (compresa Scozia, Galles e Irlanda del Nord) sarà accettata solo in questi casi:

  • per i cittadini UE che hanno applicato per il settled status per continuare a vivere nel Regno Unito dopo il 30 giugno 2021
  • per chi ha un permesso familiare EU Settlement Scheme o SEE
  • per chi ha un permesso di lavoro come frontaliere
  • per chi deve ricevere cure sanitarie in base all’accordo S2 Healthcare
  • per i fornitori di servizi svizzeri.

Passaporto e visto per andare in Regno Unito nel 2021

Chi ha in programma un viaggio nel Regno Unito a partire dal 1° ottobre 2021 dovrà avere il passaporto biometrico (che contiene foto e impronta digitale) in corso di validità o rinnovarlo almeno 6 mesi prima della data di scadenza indicata sul documento.

I cittadini UE, SEE e svizzeri possono viaggiare nel Regno Unito per vacanze o viaggi brevi senza visto.

Le stesse regole del Regno Unito valgono per andare alle Isole del Canale, comprese Jersey e Guernsey, che fanno parte della Common Travel Area (CTA) del Regno Unito.

Diverso il discorso per chi va in UK per restarvi per più di 6 mesi: in questo caso bisogna chiedere il visto appropriato al tipo di permesso di soggiorno richiesto.

Altre regole per viaggiare in Regno Unito dopo Brexit

Quanto alle altre regole e novità per i viaggiatori in UK dopo la Brexit, si elencano:

  • nuovi controlli sui contanti (le persone che viaggiano dall’UE al Regno Unito con più di 10.000 £ in contanti dovranno dichiararlo)
  • nuovi limiti sul valore delle merci che richiedono una dichiarazione alla dogana (900 £ dal 1° gennaio 2021)
  • nuove regole per chi viaggia con animali domestici. Serviranno il vaccino contro la rabbia, il microchip, il certificato sanitario, il passaporto UE per animali da compagnia. Si consiglia di contattare il proprio veterinario almeno 4 mesi prima di partire.

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Iscriviti a Money.it

Money Stories