Vaccino Covid: FDA spinge per estenderlo ai bambini

Marco Ciotola

13/06/2021

22/06/2021 - 14:40

condividi

Dalla Food and Drug Administration spinta verso la possibilità di vaccinare i bambini contro il coronavirus

Sono in corso accese discussioni all’interno della Food and Drug Administration sull’eventualità di vaccinare anche i bambini contro il coronavirus.

Un tema che proprio nelle utlime settimane è finito più volte in cima all’agenda mediatica europea e statunitense, sulla scia di ipotesi rese sempre più concrete da diversi studi che mostrerebbero l’efficacia del farmaco anche sui più piccoli e dei relativi sforzi di alcuni colossi farmaceutici per far autorizzare le somministrazioni.

Questa settimana in particolare si è rivelata molto importante, con i consulenti sui della FDA intenti a discutere a lungo sul tipo di dati e informazioni necessarie per fornire un’autorizzazione all’uso dei vaccini anti-Covid nei bambini di età inferiore ai 12 anni.

Se per alcuni consiglieri è troppo presto per estenderne l’uso - considerando soprattutto il rischio molto basso per i bambini di contrarre il virus - la maggior parte ha sostenuto che è importante ottenere le autorizzazioni al più presto, in caso di possibili nuove ondate di contagi tra autunno e inverno.

Vaccino Covid: FDA spinge per estenderlo ai bambini

A fare rumore sono state soprattutto le dichiarazioni di un alto funzionario della FDA, che ha ricordato ai membri del comitato come la Covid-19 possa uccidere i bambini e lo abbia già fatto diverse volte in passato.

Va detto tuttavia che per il momento ai membri del Comitato consultivo sui vaccini della FDA non sia stato ancora chiesto di fornire un parere specifico o un voto.

Quello che sembra emergere dai dibattiti interni finora è che l’agenzia indicherà presto ad aziende e compagnie farmaceutiche quale tipologia di studi clinici e dati sottoporre per prendere in considerazione l’estensione dell’uso dei farmaci finora autorizzati ai bambini.

Spetta infatti sempre alle aziende chiedere alla Food and Drug Administration di estendere l’autorizzazione a nuove categorie. Una richiesta che era infatti arrivata - e poi approvata - dal duo Pfizer-BioNTech, per autorizzare l’uso del vaccino dai 12 anni in su.

Vaccino ai bambini: quali rischi?

Secondo il dottor Cody Meissner, direttore del reparto malattie infettive pediatriche presso la Tufts University School of Medicine, i bambini sono soggetti a basso rischio in ottica coronavirus, pertanto sono necessari ulteriori studi sulla sicurezza dei vaccini:

“Prima di iniziare a vaccinare milioni di adolescenti e bambini, è importante scoprire quali sono le conseguenze; sempre più persone vengono vaccinate e protette dall’infezione, e con questo ritmo penso sia probabile che riusciremo a tenere la pandemia sotto un buon controllo”.

Pericoli per la salute quindi non chiari, o almeno non sottolineati per il momento, tuttavia la sottolineatura di un livello di rischio notevolmente basso, specie per quanto riguarda gli under 12, di ammalarsi gravemente di Covid.

Ma non tutti concordano con Meissner, e va anzi evidenziato come la maggioranza dei consulenti al vaccino FDA stia spingendo per arrivare a somministrazioni anche ai bambini al più presto.

Spicca su questo fronte l’opinione di Marion Gruber, direttore dell’Office of Vaccines Research della FDA, che ha chiesto un’estensione ai più piccoli della campagna vaccinale:

“Sappiamo che abbiamo bisogno dei vaccini presto e ne abbiamo bisogno con urgenza per i bambini, perché non sappiamo cosa farà il virus in autunno, quando torneranno a scuola”.

Argomenti

Iscriviti a Money.it