Vaccino Covid in gravidanza: le cose da sapere

Martino Grassi

23/03/2021

23/03/2021 - 16:36

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Le donne incinta possono farsi il vaccino contro il Covid? Ecco le cose da sapere e le indicazioni dell’Istituto Superiore di Sanità per la gravidanza e l’allattamento.

Vaccino Covid in gravidanza: le cose da sapere

Le donne in gravidanza o durante l’allattamento possono farsi il vaccino contro il Covid? Sebbene i vaccini approvati al momento risultano essere efficaci, sicuri e di qualità, tra le donne incinta continuano a permanere dei dubbi se sottoporsi o meno alla vaccinazione contro il Sars-CoV-2.

Sebbene al momento le donne in gravidanza e allattamento non siano un target prioritario dell’offerta di vaccinazione contro il COVID-19, questo, tuttavia non riguarda le lavoratrici, in gravidanza o allattamento, che sono esposte a un maggiore rischio di contrarre il virus, per stato di salute o per professione, come, ad esempio, le insegnanti, le operatrici sanitarie e le donne che lavorano presso le Forze armate, attualmente incluse nel piano vaccini. Vediamo dunque quali sono le indicazioni e le cose da sapere fornite dall’Istituto Superiore di Sanità.

Vaccino Covid in gravidanza: le cose da sapere

Al momento l’Istituto Superiore di Sanità ha precisato che le indicazioni dei diversi Paesi prevedono la somministrazione del vaccino per le donne incinta in seguito ad “una valutazione individuale del profilo rischio/beneficio, facilitata da un colloquio informativo con i professionisti sanitari”.

Infatti sebbene i vaccini approvati dal nostro Paese siano sicuri, ad oggi le donne in gravidanza e allattamento non sono state incluse nei trial di valutazione dei vaccini Pfizer-BioNtech mRNA, Moderna e AstraZeneca per cui non sono ancora disponibili i dati di sicurezza ed efficacia relativi a queste persone. Tuttavia gli studi condotti finora non hanno messo in rilievo ne fatto presupporre dei “meccanismi biologici che possano associare i vaccini a mRNA ad effetti avversi in gravidanza e le evidenze di laboratorio su animali suggeriscono l’assenza di rischio da vaccinazione”.

Durante la prima ondata di coronavirus, sono stati raccolti dei dati dallo studio ItOSS, da cui è possibile evincere che le donne in gravidanza presentano un rischio basso di gravi esiti materni e perinatali. Tuttavia le donne ad alto rischio di complicazioni gravi causate dal Covid-19 dovrebbero prendere in considerazione la vaccinazione, proprio per scongiurare la possibilità di andare incontro a delle complicanze qualora dovessero contrarre la malattia. In questo situazione sarà compito dei sanitari che assistono la paziente prendere in considerazione i potenziali rischi e benefici, facendo delle analisi caso per caso. Anche le donne che stanno allattando possono essere incluse nell’offerta vaccinale senza necessariamente dover interrompere l’allattamento, fa sapere l’Istituto Superiore di Sanità.

Cosa succede se scopro di essere incinta dopo il vaccino?

Ma cosa succede se una donna vaccinata scopre di essere in gravidanza subito dopo la vaccinazione? Al momento l’Iss fa sapere che non vi è alcuna evidenza che suggerisca l’interruzione della gravidanza.

Nel caso in cui una donna scopra di essere incinta tra la somministrazione della prima e della seconda dose, si potrà rimandare il richiamo del vaccino a dopo la conclusione della gravidanza, ad esclusione delle donne considerate ad alto rischio.

Argomenti

Iscriviti alla newsletter

Money Stories