Vaccino Coronavirus: azienda Usa raggiunge lo storico traguardo

Un’azienda statunitense avrebbe messo a punto un vaccino per combattere l’epidemia del Coronavirus. Il titolo spicca il volo nell’afterhours.

Vaccino Coronavirus: azienda Usa raggiunge lo storico traguardo

Moderna, azienda di biotecnologie statunitense, ha annunciato di aver realizzato quello che sembrerebbe essere il primo vaccino contro il coronavirus .

Il vaccino per il coronavirus, ha fatto sapere Moderna in una nota, sarebbe pronto per la sperimentazione sull’uomo.

La società di Cambridge, in Massachusetts, ieri a mercati chiusi ha annunciato di aver ottenuto questo importantissimo risultato grazie alla collaborazione instaurata con il NIAD (National Institute of Allergy and Infectious Diseases), divisione del National Institutes of Health (NIH).

Le azioni Moderna, che ieri sul Nasdaq hanno terminato la seduta in rialzo dell’1,97% a 18,59 dollari, nel pre-mercato segnano un incremento di oltre 18 punti percentuali.

Vaccino coronavirus: al via prima fase di sperimentazione

Moderna ha annunciato di aver sviluppato il vaccino, che sarebbe pronto per essere testato sull’uomo, nell’impianto di Norwood, quaranta chilometri a sud di Boston.

Moderna […] ha annunciato oggi di aver rilasciato il primo lotto di mRNA -1273, il vaccino destinato ad uso umano contro il nuovo coronavirus”, riporta il comunicato diffuso dalla società. Le fiale del vaccino contro il coronavirus “sono state spedite al NIAID […] da utilizzare nel previsto studio di Fase 1 negli Stati Uniti”.

Le fasi necessarie prima della commercializzazione del vaccino

Negli studi di fase 1 in genere i vaccini vengono testati su un numero limitato di persone per valutarne la tollerabilità, valutata in termini di frequenza e gravità degli effetti collaterali del vaccino.

Alla fase 1 seguono la fase 2 e la fase 3: allargando il numero di persone coinvolte nella sperimentazione, prima viene valutata la capacità del vaccino di indurre una risposta immunitaria valida e poi, nella fase 3, è realizzata una prova di efficacia del vaccino su larga scala.

Se i risultati sono in linea con gli standard richiesti, il produttore chiede la registrazione e l’autorizzazione alla commercializzazione. Nella fase 4 vengono monitorati gli effetti secondari del vaccino nel corso del tempo.

Il test del vaccino contro il coronavirus partirà a fine aprile

Entro la fine di aprile, ha dichiarato il direttore del NIAID Anthony Fauci, Moderna potrebbe iniziare un test clinico su circa 20-25 volontari sani, testando se il vaccino contro il Coronavirus fa scattare una risposta immunitaria in grado di proteggere dall’infezione.

I risultati iniziali potrebbero essere disponibili a luglio o agosto. Per la commercializzazione potrebbe essere necessario attendere il 2021.

Secondo quanto riferito da Fauci, il Coronavirus potrebbe diminuire di intensità con l’arrivo della stagione calda per poi tornare alla ribalta con il ritorno dell’inverno.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Coronavirus

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.