Usa, il figlio di Joe Biden indagato: ipotesi riciclaggio e questioni fiscali

Alessandro Cipolla

10/12/2020

18/06/2021 - 13:22

condividi

Hunter Biden, figlio di Joe prossimo presidente degli Stati Uniti, è indagato nel Delaware per una serie di questioni fiscali: l’ipotesi è una violazione delle leggi sul riciclaggio di denaro tramite affari con Paesi stranieri come la Cina, ma ci sarebbero anche oltre 100.000 dollari di tasse non pagate.

Joe Biden si appresta a essere dichiarato ufficialmente dal collegio elettorale nuovo presidente degli Stati Uniti, nonostante i nuovi ricorsi da parte di Donald Trump e altri esponenti Repubblicani tutti però finora respinti, ma dal Delaware non arrivano buone notizie per il prossimi inquilino della Casa Bianca.

Hunter Biden, figlio del futuro Presidente, è infatti sotto inchiesta per diverse questioni finanziarie: il procuratore federale del Delaware sta cercando di capire se il rampollo, insieme ad alcuni suoi soci, abbia commesso il reato di riciclaggio in alcuni affari fatti con Paesi stranieri tra cui anche la Cina.

Non è la prima volta che Hunter Biden, che di professione fa l’avvocato, sale agli onori delle cronache. La sua figura infatti era centrale nella vicenda Ucraina, visto che i guai per Donald Trump sono nati proprio per delle pressioni fatte sul governo di Kiev per indagare sugli affari del figlio di quello che all’epoca era il suo possibile sfidante più accreditato alle elezioni presidenziali.

Anche di recente Trump non ha risparmiato duri attacchi al figlio di Biden, senza però fornire particolari prove, tornando proprio sull’argomento Ucraina ribadendo le accuse di aver sfruttato i contatti politici del padre quando era vicepresidente per i suoi interessi personali.

L’indagine sul figlio di Joe Biden

L’indagine nel Delaware riguardante Hunter Biden è nata nel 2018 e avrebbe coinvolto anche l’Fbi. La notizia però è trapelata solo adesso, il tutto per non condizionare una campagna elettorale dove i toni sono stati più che accesi.

Al momento, l’indagine per riciclaggio di denaro non sarebbe però l’unica che starebbe riguardante il figlio di Joe Biden, visto che la Nbc ha parlato di un contenzioso con il fisco d’Oltreoceano per oltre 110.000 dollari di tasse che non sarebbero state pagate insieme alla sua ex moglie Kathleen Buhle.

Sono fiducioso - ha fatto sapere con una nota Hunter Biden - sul fatto che una revisione professionale ed obiettiva di queste questioni potrà dimostrare come io abbia gestito in miei affari legalmente”.

Di vicinanza sono state le parole di Joe Biden, che si è detto “profondamente orgoglioso di suo figlio che ha lottato duramente per superare sfide difficili, compresi feroci attacchi negli ultimi mesi”, concludendo che da questa vicenda “ne uscirà rafforzato”.

Argomenti

# Fisco
# Reato

Iscriviti a Money.it