Unicredit dice addio a Facebook, Instagram e Messenger

Unicredit cancellerà i suoi account dai social network. L’obiettivo: “valorizzare i canali digitali proprietari e garantire un dialogo riservato e di alta qualità ai suoi clienti”

Unicredit dice addio a Facebook, Instagram e Messenger

Unicredit compie una mossa (apparentemente) azzardata ma dietro la quale si cela una strategia di comunicazione evidentemente studiata a tavolino.

Con l’obiettivo dichiarato di “valorizzare i canali digitali proprietari”, l’istituto di Piazza Gae Aulenti vuole farsi pioniere di un nuovo modo di comunicare la banca ai suoi clienti. Come? Cancellando tutti i suoi account sui principali social network come Facebook, Instagram e Messenger.

Qualche precedente in realtà è presente nella storia di Unicredit sui social e risale al caso Cambridge Analytica quando venne interrotta momentaneamente ogni tipo di interazione su Facebook perché ritenuto colpevole di un comportamento “non appropriato ed etico”, secondo le parole dell’amministratore delegato Jean Pierre Mustier.

Unicredit dice addio ai social network. I motivi

A far data dal 1° giugno 2019 Unicredit rimuoverà tutti gli account a suo nome dai social network Facebook, Messenger e Instagram.

L’annuncio è arrivato oggi, qualche ora prima di mezzogiorno, postato direttamente sulla pagina Facebook ufficiale di Unicredit Italia. L’istituto ha anche illustrato i motivi della scelta:

«Valorizzare i canali digitali proprietari per garantire un dialogo riservato e di alta qualità».

Decisione controcorrente o nuova tendenza?

Difficile prevedere in anticipo se questa ‘innovativa’ strategia di comunicazione possa generare beneficio ad Unicredit oppure si rivelerà un azzardo.

È certo però che la banca italiana è fra i pionieri ad utilizzare questo approccio ‘vintage’ dove decide di vivere la comunicazione verso i propri stakeholder e clienti in prima persona e non attraverso il filtro alle volte ‘salvifico’ di un social network.

Da sottolineare come l’abbandono dei social da parte di Unicredit non sia totale ma parziale e strettamente correlato ai social di proprietà di Mark Zuckerberg: il gruppo resterà infatti attivo sia su Twitter che su LinkedIn, segnando un’importante linea di demarcazione.

C’è chi individua nella strategia Unicredit un modo per difendersi da eventuali commenti e feedback negativi da parte degli utenti (che continuano invece a essere presenti su Twitter e LinkedIn a seconda della circostanza). La scelta del gruppo milanese sembra invece essere orientata verso la salvaguardia dei dati degli utenti, una questione internazionale che vede Facebook sempre più nel mirino da parte di enti e istituzioni. Le conseguenze di questa coraggiosa decisione si avranno tra qualche settimana, quando lo switch-off sarà applicato in maniera definitiva.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Unicredit S.p.A.

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.