USD: dollaro debole dopo il calo dei salari di dicembre. Fed alzerà comunque i tassi?

I dati sul lavoro, con la pubblicazione dei non-farm payrolls, mostrano una flessione sulla crescita dei salari inaspettata, e il dollaro va giù. La Fed rialzerà comunque i tassi?

La pubblicazione del report sul lavoro dei non-farm payrolls ha mostrato che, nonostante siano aumentati ulteriormente i nuovi posti di lavoro nel mese di dicembre, i salari sono diminuiti.

Il dollaro statunitense è sceso dopo un inaspettato calo dei salari americani, rafforzando ancora di più l’idea che la Federal Reserve non abbia alcuna fretta di alzare i tassi di interesse.

Una causa dello scivolone del dollaro statunitense è il calo della retribuzione oraria per tutti i dipendenti dello 0.2% nel mese di dicembre, il più alto dall’inizio delle rilevazioni comparabili iniziate nel 2006, come mostra oggi il Dipartimento del Lavoro a Washington.

Grafico EUR/USD

«Questo dato sulla diminuzione dei salari potrebbe incoraggiare l’idea che la Fed si adagi e non pensi al rialzo dei tassi nel breve termine»

dice John Hardy, responsabile della strategia di cambio in Saxo Bank in Danimarca.

Come avevamo già predetto in Forex: come puntare sui report del lavoro di Stati Uniti e Canada , era da tenere a mente che gli Stati Uniti stessero sfornando un impressionante report dopo l’altro in questi ultimi tempi, e che quindi le aspettative per la pubblicazione del report sarebbero potute essere disilluse.

Così, la delusione per il dato di crescita del salario è stata molto elevata.

«Un risultato più basso del previsto potrebbe portare il dollaro statunitense a perdere tutti i guadagni degli ultimi tempi» avevamo scritto.

Come sappiamo, i NFP tendono ad essere particolarmente importanti perché forniscono indicazioni riguardo alla creazione di posti di lavoro.

Il lavoro è quindi uno degli indicatori principali sulla capacità di spesa dei consumatori, che a sua volta ha effetto sull’intero assetto economico di un paese.

In genere, secondo la teoria generale dei market mover, quando il numero di persone impiegate (misurate per K, ovvero mila unità) supera il valore previsto dagli analisti, il market mover può innescare un effetto rialzista sul Dollaro USA.

Ma così non è stato: il dato sul calo dei salari ha avuto la meglio ed ha indebolito il dollaro.
Aspettiamo una dichiarazione della Federal Reserve che chiarisca quanto sia ancora disponibile ad un rialzo dei tassi.

Iscriviti alla newsletter Analisi dei Mercati

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.