USA, il Senato approva il piano da $1.900 miliardi di Biden

Pierandrea Ferrari

8 Marzo 2021 - 13:21

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Dopo il semaforo verde della Camera, la manovra di spesa pubblica da 1.900 miliardi di dollari di Joe Biden incassa il via libera anche al Senato.

USA, il Senato approva il piano da $1.900 miliardi di Biden

Doppio semaforo verde per il piano di sostegno all’economia statunitense – da 1.900 miliardi di dollari – voluto da Joe Biden e dalla base Dem: dopo il via libera della Camera, anche il Senato ha approvato la manovra, la sesta nell’ultimo anno.

Il sì definitivo, giunto dopo una lunga maratona notturna, ha visto il Partito Repubblicano smarcarsi definitivamente dalla nuova iniezione di spesa pubblica, di fatto approvata con il solo contributo del Partito Democratico, con 50 voti a 49. Ora, la palla passa nuovamente alla Camera: una formalità, che potrebbe portare Joe Biden a firmare la nuova legge entro la fine della settimana.

Il Senato approva il piano da $1.900 miliardi di Biden

Era, di fatto, il passaggio più rischioso, in cui la manovra di Joe Biden poteva essere riscritta ancora al ribasso, in una sorta di compromesso con l’agguerrita opposizione repubblicana, da tempo ostruzionista su alcuni passaggi chiave del piano.

Questione di procedure e numeri, che però non hanno impedito ai democratici di prevalere sui repubblicani, sebbene di misura. Ora, i 1.900 miliardi di dollari – dopo aver rifatto capolino alla Camera, e dopo la firma definitiva di Joe Biden – tenteranno di ridare slancio all’economia statunitense, in tandem con quelle vaccinazioni a passo di record che già superano il target (comunque ambizioso) fissato nelle scorse settimane dal numero uno dei Dem.

Nelle tasche dei cittadini statunitensi finiranno assegni o bonifici bancari da 1.400 dollari, per i quali sono stati stanziati 400 miliardi, mentre i (tanti) disoccupati continueranno a beneficiare dei benefit grazie ad un ulteriore stanziamento da 300 miliardi.

Previsti anche interventi in sostegno dei Governi locali che hanno subito l’impatto della pandemia sul loro budget, e nuove misure per le fasce più deboli, per il sistema scolastico e per accelerare il processo di immunizzazione nel paese, dove sono state somministrate oltre 80 milioni di dosi.

Una manovra ridimensionata

Ma la manovra che ha incassato il doppio disco verde al Congresso appare comunque ridimensionata rispetto ai proclami dell’ultima campagna elettorale: nonostante la liquidità che verrà pompata nell’economia è già sufficiente ad alimentare la fibrillazione dei mercati finanziari, che temono una fiammata dell’inflazione, molte misure sono cadute dopo le critiche di alcuni economisti sull’eccesso degli stimoli.

Rinunce contestate dall’ala sinistra del Partito Democratico, come il raddoppio degli stipendi federali da 7,25 a 15 dollari l’ora, o le larghe fasce di reddito per ottenere l’assegno o il bonifico da 1.400 dollari, dai quali saranno di fatto esclusi i cittadini che dichiarano più di 80.000 dollari l’anno, o 160.000 per le coppie.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories