L’UE detta le regole per le criptovalute

La Commissione UE ha annunciato nuove regole per le criptovalute. L’Unione Europea si prepara così alla rivoluzione della finanza digitale.

L'UE detta le regole per le criptovalute

Rivoluzione digitale nell’UE: l’Unione Europea è pronta a fornire un quadro giuridico per la gestione delle criptovalute entro il 2024. Questo è quanto si legge sui documenti resi noti dalla Commissione Europea il 24 settembre 2020.

Le nuove regole hanno l’obiettivo di facilitare i pagamenti transfrontalieri utilizzando la tecnologia blockchain e asset digitali come le stablecoins.

L’annuncio è arrivato mentre l’esecutivo UE si prepara a definire più ampi target per rafforzare la finanzia digitale in ogni suo aspetto.

Un sistema UE per regolare le criptovalute

Secondo i documenti della Commissione, le società di finanza digitale saranno sottoposte allo “stesso rischio, stesse regole, stessa regolamentazione” in tutta l’UE, per incoraggiare lo sviluppo del nascente settore europeo della finanza digitale.

In questa cornice si inseriranno le nuove norme sulle criptovalute che, come spiegato dall’esecutivo europeo, consentiranno servizi e attività digitali in tutta l’Unione da parte di operatori autorizzati in uno Stato.

Nello specifico, da Bruxelles verranno dettate disposizioni di garanzia su temi chiave quali: custodia dei beni, requisiti patrimoniali, procedura per i reclami da parte degli investitori, diritti degli investitori.

La novità importante, inoltre, riguarda la proposta UE su un regime pilota per regolarizzare le infrastrutture destinate a scambi e transazioni con le valute digitali.

Nel dettaglio, dovrà essere garantito un ambiente monitorato, dove siano possibili “deroghe temporanee alle norme esistenti in modo che le autorità di regolamentazione possano acquisire esperienza sull’uso della tecnologia, garantendo al contempo che possano affrontare i rischi per protezione degli investitori, integrità del mercato e stabilità finanziaria”.

Favorire lo sviluppo digitale e l’innovazione nel settore finanziario è il grande e ambizioso progetto UE. Per questo offrire una legislazione sulle criptovalute è importante.

Attraverso regole chiare si potrà favorire la digitalizzazione e, allo stesso tempo, evitare impatti negativi su consumatori, equilibrio di mercato, sovranità monetaria e stabilità finanziaria.

Euro digitale, quali prospettive?

La necessità di una legislazione europea sulla gestione delle valute digitali apre il dibattito, non nuovo, anche sulla possibilità di avere una moneta virtuale comunitaria.

Prospettiva davvero possibile?

Appena due giorni fa la presidente della BCE, Christine Lagarde, ha pronunciato queste parole al riguardo:

“Stiamo esplorando i vantaggi, i rischi e le sfide di un euro digitale.... essere un complemento, non un sostituto, del contante; potrebbe fornire un’alternativa alle valute digitali private e garantire che il denaro sovrano rimanga al centro dei sistemi di pagamento europei.”

Il futuro, anche in UE, è sempre più orientato alla digitalizzazione.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories