Trump, sondaggi da incubo: crolla la fiducia verso di lui mentre Biden vola

Alessandro Cipolla

12/06/2020

13/04/2021 - 10:23

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Sondaggi pessimi per Donald Trump: mentre cresce la disapprovazione verso il suo operato, aumenta quello che sarebbe il vantaggio del suo sfidante Joe Biden alle elezioni presidenziali Usa 2020.

Trump, sondaggi da incubo: crolla la fiducia verso di lui mentre Biden vola

Tempi duri per Donald Trump. Come se non bastassero il coronavirus e le proteste a seguito della morte di George Floyd, adesso ci si mettono anche i sondaggi a guastare le giornate del tycoon.

Con gli Stati Uniti che sfondano la soglia dei 2 milioni di casi di positività al COVID-19, senza contare le polemiche che infiammano sulla questione razzismo, in vista delle elezioni Usa 2020 di novembre per il Presidente le cose sembrerebbero mettersi male.

Un sondaggio di Economist del 9 giugno vedrebbe infatti Joe Biden, il suo sfidante dem in questa corsa verso la Casa Bianca, avanti di ben otto punti percentuali rispetto a Donald Trump, mentre per la CNN il divario sarebbe addirittura di quattordici punti sempre in favore del democratico.

Il puntuale report di Rasmussen, farebbe emergere invece come al 10 giugno la percentuale degli americani che disapprovano l’operato del Presidente sia schizzato in alto, andando in pratica a vanificare il recupero di Trump che si era verificato a inizio anno.

Sondaggi horror per Trump

Senza dubbio per Donald Trump non è il miglior momento possibile. Dopo gli incoraggianti dati sull’economia di inizio anno, ci si è messo adesso per prima cosa il coronavirus a complicare la corsa del tycoon verso un secondo mandato alla Casa Bianca.

Il Presidente prima ha sottovalutato la portata del COVID-19, inanellando poi tutta una serie di gaffe e di errori quando il virus è dilagato negli Stati Uniti facendo al momento oltre 110.000 vittime Oltreoceano.

Come se non bastasse, è arrivata la morte di George Floyd a far esplodere di nuovo tutte le tensioni sul tema del razzismo mai veramente sopite negli States. Anche in questo caso, il comportamento del magnate non è stato esente da dure critiche.

Non è un caso di conseguenza che, secondo il report dell’istituto Rasmussen, al momento il 55,1% degli americani disapproverebbe l’operato di Donald Trump, a fronte del 42,1% che invece lo approverebbe.

Non va meglio per il tycoon neanche nei sondaggi in vista delle elezioni presidenziali del prossimo novembre, visto che lo sfidante democratico Joe Biden viene dato dall’istituto Emerson avanti di otto punti percentuali.

Per Trump le cose sembrerebbero essersi di conseguenza complicate di molto: se il Presidente non dovesse riuscire a trovare subito un rimedio alla crisi economica che sta devastando gli Usa, la strada per un suo bis alla Casa Bianca potrebbe diventare tutta in salita.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories