Truffa Cassa Depositi e Prestiti: 70enne ruba identità a pensionato e chiede 2 milioni di euro

Una truffa alla Cassa Depositi e Prestiti per 2 milioni di euro quella di un 70enne di Casal Palocco che ha chiesto un finanziamento rubando l’identità di un ignaro pensionato ricoverato in una RSA in Calabria.

Truffa Cassa Depositi e Prestiti: 70enne ruba identità a pensionato e chiede 2 milioni di euro

Truffa alla Cassa Depositi e Prestiti: un 70enne è stato arrestato per aver rubato l’identità a un pensionato e ottenendo un prestito per 2 milioni di euro dalla società.

A scoprire e bloccare il 70enne italiano la squadra mobile della Polizia di Stato di Ostia.

Il 70enne di Casal Palocco ha rubato l’identità di un anziano pensionato ricoverato in una Residenza sanitaria assistenziale (RSA).

Grazie a falsi documenti e alla falsa identità il 70enne ha rilevato una ditta di costruzioni e tramite la stessa ha realizzato la truffa alla Cassa Depositi e Prestiti chiedendo a una società a questa legata 2 milioni di euro.

Truffa alla Cassa Depositi e Prestiti per 2 milioni fingendosi un pensionato

Un truffa alla Cassa Depositi e Prestiti per 2 milioni da parte di un 70enne che si è finto pensionato, ma che non è andata a buon fine dal momento che lo stesso è stato arrestato dalla squadra mobile della Polizia di Stato di Ostia.

L’uomo ha preso l’identità di un pensionato calabrese ricoverato in una RSA di Bovalino in provincia di Reggio Calabria.

Il 70enne di Casal Paolocco, non sembra essere, secondo quanto riportano giornali locali, nuovo alle truffe ma questa volta è stato arrestato in tempo.

L’uomo rubando l’identità al pensionato della RSA e con falsi documenti si è intestato una ditta di costruzioni e ha chiesto alla Simest, società del gruppo della Cassa Depositi e Prestiti 2 milioni di euro. La società si occupa proprio del sostegno a investimenti produttivi e programmi di sviluppo di aziende.

L’anziano è stato arrestato in tempo dalla Polizia di Ostia coordinata da Eugenio Ferraro, poco prima che gli venissero accreditati i primi 850mila euro.

Truffa Cassa Depositi e Prestiti: indagini e arresto

Il finto pensionato che ha tentato la truffa alla Cassa Depositi e Prestiti per 2 milioni di euro è stato scoperto dalle indagini della Polizia di Stato.

Queste sono partite dal riconoscimento del 70enne in un Istituto bancario proprio mentre incontrava il direttore della stessa celandosi dietro l’identità dell’inconsapevole pensionato della RSA in provincia di Reggio Calabria.

I successivi accertamenti del commissariato di Ostia hanno permesso di verificare che i documenti in suo possesso rimandavano a un’altra persona.

I poliziotti sono intervenuti in tempo prima che venisse accreditata la prima tranche di 850mila euro dei 2milioni chiesti dal 70enne sventando per un soffio la truffa alla Cassa Depositi e Prestiti.

Il 70enne è stato arrestato per truffa aggravata e sostituzione di persona.

Iscriviti alla newsletter

1 commento

foto profilo

Cristina Ciccarelli • 3 mesi fa

Sono persone delinquenti che godono di coperture di una fitta associazione per delinquere. Accade indiverse parti dello stivale, l’invidia per i soldi e le ottimereputazioni sociali. Fanno furti d’identità anche per poche centinaia di euro o poche migliaia dieuro, si attaccanosucerti conti correnti come delle sanguisughe. Mi trovo in una provincia dell’italia centrale che ha visto negli ultimi anni un impennata di reati diquestotipo, la polizia pubblica regolarmente tutti i report perché la cittadinanza onesta deve essere informata correttamente.

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories