Suv Bugatti, tutte le ipotesi per il secondo modello

Dopo Lamborghini, Ferrari e Aston Martin, anche Bugatti sta pensando a un suv.

Suv Bugatti, tutte le ipotesi per il secondo modello

Un suv Bugatti potrebbe essere il prossimo modello della casa francese ad essere lanciato. A Bugatti sono sicuramente a lavoro per un secondo modello, e quella del suv sembra la soluzione più quotata.

Il CEO Stephan Winkelmann, a capo di Bugatti dall’inizio del 2018, durante la presentazione della Chiron Divo a Pebble Beach, aveva annunciato che la casa francese era pronta a lavorare su un secondo modello, e in occasione del resoconto annuale aveva negato la possibilità di un suv, una tipologia di veicolo ritenuta poco adeguata alla grandezza del marchio e alla sua storia.

Nella realtà dei fatti, il crossover Bugatti è solo una delle tre opzioni per il secondo modello: una sarebbe una nuova super sportiva, che però troverebbe poco spazio a fianco della Chiron e nelle stesse fabbriche della La Voiture Noire, attualmente l’auto nuova più costosa al mondo; l’altra opzione sarebbe una berlina quattro porte tipo limousine che riprenderebbe l’eredità della Royale.

Qualunque sia la strada che i vertici Volkswagen approveranno, il nuovo modello sarebbe atteso per il 2023.

Suv Bugatti in arrivo?

Sentire Bugatti e SUV nella stessa frase fa un certo effetto, ma c’è una possibilità fondata di vedere l’esclusiva hypercar in una versione a ruote alte.

Prima dell’arrivo in Bugatti di Winkelmann, aveva preso piede nell’azienda la progettazione di una berlina a quattro porte di nome Galibier. Il CEO, in carica alla Lamborghini quando è stato dato il via al progetto del suv Urus, ha più volte preso in considerazione l’idea sport utility.

Dopo Lamborghini e Ferrari, anche Bugatti potrebbe arrendersi al segmento a ruote alte, visto anche i successi che hanno già colto Porsche, Bentley e Rolls Royce. La sfida, nel settore più richiesto ora sul mercato di fascia premium, sarebbe anche con Aston Martin.

Lo sviluppo di un nuovo super suv in casa del Gruppo Volkswagen potrebbe significare una condivisione di componenti con Lamborghini Urus come ad esempio il pianale, anche se la versione Bugatti sarebbe a due sole porte e più leggera dell’auto del Toro. Il motore potrebbe essere anche lo stesso - il V8 benzina da 4.000 cc e 650 cavalli, ma l’attenzione della casa francese per le prestazioni potrebbe addirittura fargli superare la concorrenza con Urus.

Ipotesi berlina

L’alternativa al crossover potrebbe essere la grande berlina, che in questo caso sarebbe una limousine come la Royale. Per distinguersi dai modelli del passato, questa potrebbe essere declinata in versione elettrica oppure ibrida. Nel primo caso potrebbe essere utilizzata la piattaforma della Porsche Taycan in versione allungata.

Per ora sono solo ipotesi circa il prossimo modello che uscirà nel 2023, ma Bugatti potrebbe anticipare tutti con un comunicato apposito.

L’unica casa che finora ha categoricamente rifiutato l’idea di un suv è McLaren, ultimo vero baluardo della sportività ad assetto ribassato. Bugatti potrebbe seguire questo esempio o rivoluzionare la propria gamma.

Suv Bugatti, prezzo e uscita

Finora la possibilità di vedere un suv Bugatti è soltanto una suggestione, ma se fosse davvero nei piani dell’azienda potremmo avere notizie nei prossimi mesi.

Infatti il nuovo CEO ha il merito di aver dato una grande accelerata al progetto della serie speciale Divo, realizzata in soli 40 esemplari al prezzo di 5 milioni di euro l’uno, che in otto mesi è passata da un progetto a realtà.

Tuttavia, finanziare un secondo modello Bugatti non è tra i piani del Gruppo Volkswagen che è alle prese con la pianificazione della propria gamma elettrica e dell’elettrificazione del brand Audi. Soltanto un suv dal successo assicurato potrebbe far partire la produzione. Il prezzo sarebbe chiaramente fuori mercato, non inferiore ai 2 milioni di euro.

Iscriviti alla newsletter Motori per ricevere le news su SUV

Argomenti:

SUV Bugatti

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.