Perché gli eredi di Steve McQueen hanno fatto causa alla Ferrari?

Al centro della contesa il nome di una livrea speciale realizzata per i settant’anni del Cavallino. Secondo gli eredi dell’attore, la casa di Maranello ne avrebbe usato il nome in modo improprio.

Perché gli eredi di Steve McQueen hanno fatto causa alla Ferrari?

Quando si parla di miti e leggende, qualche scintilla a volte è inevitabile: è ciò che è accaduto tra gli eredi di Steve McQueen e la Ferrari.

La famiglia dell’attore americano, deceduto prematuramente nel 1980, ha fatto causa alla casa di Maranello per aver utilizzato impropriamente il nome Steve McQueen raggiungendo grazie a questo dei profitti significativi.

Per non aver chiesto l’autorizzazione ad usare il nome della star di Bullitt e Papillon, la Ferrari vede ora una richiesta di risarcimento pari a 3 milioni di dollari.

La Ferrari Steve McQueen

Una contesa legale, tra due realtà che si sono sostenute e stimate a lungo, sarebbe stata impossibile se l’attore fosse stato ancora vivo. Steve McQueen è stato infatti un grande appassionato di motori, e un grande collezionista di Rosse. Per esempio, quattro anni fa una 275 GTB /4 del 1966 appartenuta a lui è stata battuta all’asta per più di dieci milioni di dollari.

Nel 2016 la sezione per le vetture speciali di Ferrari Tailor Made ha avviato lo sviluppo di 70 livree ispirate ai modelli più iconici della sua storia, per festeggiare i settant’anni del Cavallino Rampante, ricorrenza avvenuta nel 2017.

Alcuni dei modelli realizzati sono stati esposti al Salone di Parigi 2016: oltre alla F12berlinetta “The Stirling” dedicata al grande pilota britannico Stirling Moss, e alla 488 GTB “The Schumacher” dedicata al campione tedesco, c’era anche la California T “The Steve McQueen”, ispirata alla 250 GT Berlinetta Lusso di colore marrone scuro posseduta dall’attore americano.

Gli eredi di Steve McQueen contro Ferrari

Chadwick McQueen, il figlio di Steve, che ne cura i diritti d’immagine, ha dichiarato di un incontro con la casa di Maranello nel 2011, prima ancora delle celebrazioni per l’anniversario. Al centro della discussione c’era la possibilità di una Ferrari McQueen in edizione limitata, e la condizione posta dagli eredi era che la famiglia dell’attore mantenesse i diritti e che fosse coinvolta nel progetto.

Senza accordo, la situazione è rimasta invariata fino all’uscita della livrea speciale, venduta da Ferrari senza preavviso. Dopo le prime lamentele della famiglia, la casa di Maranello ha cambiato nome all’auto in The Actor, ma la famiglia McQueen ha comunque avviato una causa presso il tribunale superiore della contea di Los Angeles lo scorso 30 luglio, per violazione di un marchio registrato.

Perché gli eredi di Steve McQueen hanno fatto causa a Ferrari?

Difficile stabilire quanto abbia incassato la casa di Maranello dal nome dell’attore, considerato che le livree erano esclusivamente celebrative.

La buona fede della Ferrari, una casa di rilevanza internazionale, conosciuta da grandi e piccoli in ogni parte del mondo, è sicuramente stata nel voler rendere omaggio ad un nome legato alle auto del Cavallino senza finalità di lucro, di cui evidentemente Maranello non ha bisogno. Per gli eredi dell’attore, invece, è stato il nome iconico a fare da vetrina alle celebrazioni Ferrari, come avvenuto per modelli di altre case.

Per la Ford Mustang Bullitt, ad esempio, la casa americana ha versato non poco in diritti d’immagine alla famiglia dell’attore, ingaggiando anche la nipote Molly McQueen per la presentazione a Detroit.

Resta da vedere come si concluderà la causa, e vista la cifra richiesta dagli eredi, si potrebbe pensare ad un accordo tra le parti.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Ferrari

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.