Sondaggi politici elettorali: 2 istituti a confronto sulle intenzioni di voto

I sondaggi elettorali Winpoll registrano il sorpasso di FDI sul M5S, mentre la Lega perde colpi rispetto a 5 settimane fa. Le intenzioni di voto Tecnè rilevano l’aumento del gap tra Lega e PD.

Sondaggi politici elettorali: 2 istituti a confronto sulle intenzioni di voto

Torna l’appuntamento con le intenzioni di voto degli italiani ai partiti politici. Stavolta, prendiamo in considerazione l’esito dei sondaggi politici elettorali di due istituti: Winpoll commissionato da Il Sole 24 Ore e Tecnè dalla trasmissione Quarta Repubblica. In ambo i casi, la Lega registra un margine di vantaggio tra il 5,5 e il 6,0%.

Sondaggi elettorali Winpoll: Fratelli d’Italia surclassa il M5S

Le intenzioni di voto rilevate il 2 giugno 2020 da Winpoll, confermano la Lega saldamente in testa con il 27,5% dei consensi, seguito dal Partito Democratico al 22,0%. Tuttavia, rispetto alla stima di cinque settimane fa, il partito di Matteo Salvini perde l’1,7% mentre quello di Nicola Zingaretti registra un calo dello 0,4% con una conseguente diminuzione del gap.

Vola Fratelli d’Italia al 15,9%, con un guadagno del 2,4% rispetto al 25 aprile. Il partito di Giorgia Meloni supera di gran lunga il Movimento 5 Stelle nonostante il rialzo dello 0,3%. Forza Italia sale di tre decimali e si attesta al 5,9%.

Tutte le altre forze politiche sono sotto la soglia del 3%. In poco più di un mese crolla Italia Viva di Matteo Renzi che passa dal 3,3% al 2,5%. Si avvicina Azione di Carlo Calenda con il 2,4% anche se anch’esso in calo (-0,4%). Perde lo 0,1% La Sinistra che scende al 2,3%. Stabile il partito Verdi all’1,7%, raggiunto dal Partito Comunista che guadagna lo 0,9%. Più Europa con lo 0,9% perde 4 decimali.

Sondaggi elettorali Tecnè: crolla il PD, risale la Lega

Rispetto a una settimana prima, le intenzioni di voto Tecnè registrano un rialzo dello 0,2% della Lega che sale al 26,0%. Perde terreno il PD che cede lo 0,6% e scende al 20,2%. FDI sale dello 0,2% e raggiunge il M5S che invece registra un calo dello 0,1%.

In lieve rialzo FI (+0,1%) che si attesta all’8,2%. IV cede 2 decimali e scende al 3,0%, recupera buona parte del gap Azione che con un guadagno dello 0,3% sale al 2,7%. In calo di un decimale La Sinistra che scende al 2,6%, lo guadagna +Europa che passa all’1,8%. Verdi 1,6% in ribasso dello 0,1%. La percentuale degli indecisi sommata a quelli che pensano di astenersi dal voto è pari al 42%.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories