Sondaggi politici: il PD pronto a superare la Lega, cosa succede a Salvini?

Alessandro Cipolla

24 Dicembre 2020 - 15:57

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Stando agli ultimi sondaggi politici la distanza tra la Lega e il Partito Democratico sarebbe ora minimo, con Matteo Salvini che deve guardarsi anche dalla avanzata di Giorgia Meloni.

Sondaggi politici: il PD pronto a superare la Lega, cosa succede a Salvini?

Il 2020 che si sta per concludere non è stato di certo un anno da incorniciare per Matteo Salvini. Pandemia a parte, guardando gli ultimi sondaggi politici e come sono andate le elezioni regionali, per l’ex ministro sembrerebbe essere finito il momento magico.

A inizio 2020 infatti è arrivata la prima delusione per Salvini con la mancata spallata in Emilia Romagna, voto dove molto si era speso tanto da trasformare le elezioni regionali in una sorta di referendum su di lui.

Meglio non è di certo andata a settembre quando nella successiva tornata delle regionali il leader del Carroccio aveva auspicato un 7-0 per il centrodestra, ma alla fine è arrivato un 4-3 per il centrosinistra considerando anche la maggioranza che si è successivamente formata in Valle d’Aosta.

Se guardiamo poi gli ultimi sondaggi politici, ecco che la Lega viene indicata al minimo storico dalle elezioni europee a questa parte, con il Partito Democratico che sarebbe sempre più vicino e una Giorgia Meloni pronta a soffiare proprio a Matteo Salvini la leadership del centrodestra.

Sondaggi politici: Salvini deve iniziare a preoccuparsi?

Se questo 2020 doveva inizialmente essere nei programmi di Matteo Salvini l’anno della spallata a Giuseppe Conte, complice anche lo scoppio della pandemia gli ultimi mesi hanno segnato una sorta di declino per il Capitano.

Durante la prima ondata del Covid infatti, Salvini molto è stato attaccato per i suoi rapidi cambiamenti di opinione passando con nonchalance dal tutto aperto al tutto chiuso. L’uscita estiva al Senato, dove si è rifiutato di indossare la mascherina, ha poi scatenato un vespaio di ulteriori critiche.

Nel mezzo poi ci sono le varie indagini riguardanti la Lega e l’impossibilità di girare l’Italia come in precedenza, tutte circostanze che sembrerebbero aver indebolito l’ex ministro tutto a vantaggio di Giorgia Meloni.

L’ultimo sondaggio politico di Bidimedia del 19 dicembre è eloquente a riguardo. Stando all’indagine, in venti giorni la Lega avrebbe perso oltre un punto percentuale, intenzioni di voto che sarebbero state quasi tutte intercettate da Fratelli d’Italia.

In più guardando le percentuali snocciolate dal sondaggio, il Partito Democratico sarebbe distante meno di un punto percentuale dal Carroccio: se l’andazzo dovesse continuare a essere questo, non sarebbe inimmaginabile un possibile sorpasso dei dem a breve.

Il sentore è che Matteo Salvini abbia toccato il suo apice alle europee del 2019, per iniziare poi una lenta ma continua discesa: la Lega comunque appare essere sempre forte, con le importanti amministrative del 2021 (si voterà a Roma, Milano, Torino, Napoli e Bologna) che ci diranno se questa sorta di crisi avuta nel 2020 sia soltanto passeggera oppure sia l’inizio di un inesorabile declino politico.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories