Solana può diventare la «Visa del mondo crypto». A dirlo è Bank of America

Gabriele Stentella

14 Gennaio 2022 - 11:30

condividi

La banca statunitense si aspetta una maggiore adozione di Solana nel lungo periodo. Quali sono i motivi che alimentano tale previsione?

Solana può diventare la «Visa del mondo crypto». A dirlo è Bank of America

In un recente comunicato, Bank of America ha prospettato una buona crescita di lungo periodo per la criptovaluta Solana, che avrebbe le carte in regola per diventare la «Visa dell’ecosistema degli asset digitali». La banca statunitense ha anche affermato che l’espansione del network di SOL rischia di minare la popolarità della sua principale rivale, Ethereum, oltreché limitare il raggio d’azione di altre valute digitali utilizzate per lo sviluppo della finanza decentralizzata.

Solana si è affacciata sulla scena mondiale nel 2020 ed è attualmente uno dei primi 5 crypto asset in termini di capitalizzazione di mercato. Molti la indicano come la principale «Etherum killer», in funzione soprattutto della maggiore scalabilità.

Il parere di BoA sul futuro di Solana

Secondo gli analisti di Bank of America, sono tre gli elementi che rendono la Blockchain di SOL molto vantaggiosa per lo sviluppo di progetti DeFi, lo scambio di non-fungible token e la realizzazione di reti decentralizzate:

  • Velocità di trasferimento dati;
  • Bassi costi di transazione;
  • Elevata frequenza di trasmissione delle informazioni (anche detta «throughput»).

In una nota il Global Crypto and Digital Strategist di Bank of America Alkesh Shah ha ribadito che sulla rete di Solana vengono effettuate circa 65.000 transazioni ogni secondo, a fronte di un costo medio di transazione pari a $0,00025. Per fare un confronto con Ethereum, nel corso del 2021 la commissione media pagata per ogni transazione è stata di poco superiore a $2.

Nonostante ciò, tra la capitalizzazione di mercato di SOL e quella di Ethereum è tutt’oggi presente un notevole divario: $342,1 miliardi, ne segue che il marketcap di SOL è circa 1/8 di quello di ETH. Il dato potrebbe tuttavia essere letto positivamente, poiché lascia alla crypto un buon margine di crescita futura. Bank of America non esclude che nel lungo periodo Ethereum possa perdere importanti quote di mercato a beneficio di Solana.

Solana: quali aspetti sono da migliorare?

Sebbene il parere di BoA sulla crescita di SOL nel lungo periodo sia positivo, la sua Blockchain presenta ancora alcuni punti critici. In primo luogo, Solana tende a privilegiare la scalabilità a discapito della decentralizzazione, di conseguenza la sua rete mostra livelli di sicurezza più bassi. Sul punto si è espresso Alkesh Shah, Global Crypto and Digital Asset Strategist at Bank of America:

“Solana dà la priorità alla scalabilità, ma è una blockchain relativamente meno decentralizzata e sicura, portando a compromessi evidenziati da diversi problemi di prestazioni della rete fin dall’inizio”

La seconda grande criticità della criptovaluta, invece, si può individuare nell’alto rischio di malfunzionamento dovuto ad attacchi informatici. In termini di sicurezza, Ethereum mantiene ancora un buon primato su Solana, anche se il team di sviluppatori della Solana Labs ha comunicato di essere al lavoro per rendere la rete più sicura.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.