Una società Blockchain pagherà i dividendi in Bitcoin. Ecco di chi si tratta

Gabriele Stentella

17 Gennaio 2022 - 16:41

condividi

Una società d’infrastrutture Blockchain quotata nella borsa USA ha annunciato di voler pagare in Bitcoin i dividendi di marzo 2022.

Una società Blockchain pagherà i dividendi in Bitcoin. Ecco di chi si tratta

Gli azionisti della società di servizi Blockchain BTCS Inc. potranno ricevere il primo dividendo del nuovo anno in crypto. Questo è quanto si legge in un comunicato aziendale, all’interno del quale si specifica che sarà Bitcoin la valuta digitale scelta per l’operazione.

L’annuncio di BTCS Inc. ha inevitabilmente favorito l’impennata delle azioni quotate al Nasdaq, ma alcuni analisti non hanno tuttavia visto di buon occhio il clamore mediatico che si è scatenato attorno alla società, e hanno fornito raccomandazioni agli investitori che volessero acquistarne il titolo solo per ricevere i dividendi in BTC.

BTCS paga i dividendi in BTC: tutti i dettagli

Come riferito da fonti aziendali, il consiglio d’amministrazione della compagnia con sede nel Maryland ha approvato il dividendo da corrispondere al proprio azionariato il prossimo 17 marzo: $0,05 per azione. I detentori delle azioni di BTCS Inc. potranno ricevere i dividendi sia in contanti che in Bitcoin. Il «Bividend» (neologismo che nasce dall’unione delle parole «Bitcoin» e «dividend») rappresenta una novità assoluta nello scenario finanziario internazionale, poiché nessuna azienda quotata aveva deciso prima d’ora di pagare dividendi in criptovaluta.

Gli azionisti che opteranno per il dividendo in Bitcoin avranno tempo fino al 16 marzo 2022 per completare la procedura di adesione tramite i portali messi a disposizione. I vertici aziendali hanno chiarito che si sta valutando la possibilità di estendere l’opzione di pagamento in token digitali anche per i dividendi futuri. In un’intervista il CEO di BTCS Inc. Charles Allen ha motivato così la decisione presa dalla compagnia:

«Vogliamo premiare i nostri azionisti di lunga data per il loro continuo supporto e incoraggiare la libertà finanziaria fornendo i mezzi per consentire la proprietà diretta di Bitcoin e altre risorse digitali.»

Al Nasdaq le azioni del gruppo sono cresciute del 49% da inizio anno, grazie all’ingente ondata di acquisti degli ultimi giorni. Fondata nel 2008, BTCS Inc. si occupa dello sviluppo di tecnologie volte a migliorare la sicurezza e le prestazioni delle infrastrutture Blockchain già esistenti.

Dividendo in Bitcoin: i principali svantaggi

Molti esperti hanno espresso parere negativo nei confronti del dividendo in BTC, che presenterebbe più svantaggi che vantaggi per gli azionisti.

Tra questi è l’analista finanziario e fondatore della società di consulenza Delancey Wealth Management Ivory Johnson, sostiene che l’acquisto di un titolo dovrebbe dipendere dalle caratteristiche dell’azienda, e non dalle modalità con le quali sarà corrisposto in futuro il dividendo. Il manager ha poi ribadito che per gli appassionati di criptovalute è più consigliato l’acquisto diretto degli asset digitali.

Gli azionisti che riceveranno il Bividend dovranno inoltre provvedere da soli all’apertura e alla sicurezza del proprio crypto wallet, che a differenza di un normale conto corrente bancario può essere violato e privato dei dividendi accreditati. La svalutazione del capitale a causa delle oscillazioni di Bitcoin è un altro elemento che gli azionisti della compagnia dovrebbero tenere a mente prima di optare per il dividendo in Bitcoin.

Un’altra stoccata al dividendo in crypto è arrivata da parte dall’editorialista di Bloomberg, Matt Levine, che ha etichettato l’iniziativa come un brillante escamotage dell’azienda per attirare su di sé l’attenzione dei trader e mettere in ombra le sue cattive performance in borsa: negli ultimi 5 anni le azioni di BTCS Inc. hanno seguito un andamento ribassista che le ha portate a perdere oltre l’80% del proprio valore.

Argomenti

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.