Scuole chiuse per varianti: il punto regione per regione

Teresa Maddonni

08/03/2021

03/05/2021 - 13:57

condividi

Si moltiplicano le scuole chiuse in Italia per il diffondersi delle varianti del Covid, principalmente quella inglese, e non solo nelle zone rosse. Facciamo il punto regione per regione considerando anche le regole del nuovo Dpcm.

Scuole chiuse per varianti: il punto regione per regione

Aumentano le scuole chiuse per varianti, e a fare più paura come sempre è la variante inglese del Covid, estremamente contagiosa.

Alle regioni in zona rossa a oggi Campania, Molise e Basilicata e alle zone rosse locali in cui le scuole, anche per i più piccoli, sono chiuse si aggiungono poi regioni come la Puglia gialla, ma dove tutti gli alunni, non solo alle superiori, sono in didattica a distanza almeno fino al 14 marzo a seguito dell’ordinanza del presidente Michele Emiliano.

Le regole del nuovo Dpcm del 6 marzo prevedono la chiusura, su disposizione delle Regioni, anche in zona gialla e arancione per tutte le scuole di ogni ordine e grado se nelle aree regionali o provinciali l’incidenza cumulativa settimanale dei contagi è superiore a 250 casi ogni 100.000 abitanti.

A seguito anche del cambio di colore ufficiale di oggi e delle nuove zone rosse facciamo il punto sulle scuole chiuse per varianti regione per regione.

Scuole chiuse per varianti: il punto regione per regione

Le scuole chiuse per varianti aumentano e il quadro regione per regione diventa sempre più preoccupante.

Nel Lazio la variante inglese è stata riscontrata in diverse scuole della Capitale già due settimane fa. Tutte le scuole di ogni ordine e grado sono chiuse, specie con il diffondersi della variante inglese e l’aumento dei contagi, nelle tre Regioni in zona rossa che sono Molise, Basilicata e Campania e non solo.

A essere maggiormente colpite sembrano proprio le scuole dei più piccoli tra i quali le varianti sembrano diffondersi maggiormente.

Ma facciamo il punto regione per regione sulle scuole chiuse per varianti ricordando che la situazione è in continua evoluzione.

Abruzzo

In Abruzzo tutte le scuole sono chiuse dal 1° marzo e fino a diverso provvedimento per ordinanza del presidente della Regione Marco Marsilio.

Provincia autonoma di Bolzano

In Alto Adige, nella Provincia autonoma di Bolzano, le scuole superiori sono chiuse fino al 14 marzo.

Basilicata

Tutte le scuole, dalle elementari, sono chiuse in Basilicata dal 1° marzo. La regione si trova in zona rossa.

Calabria

Tutte le scuole sono chiuse dall’8 marzo e per due settimane a seguito dell’ordinanza del presidente della Regione Nino Spirlì. La regione è in zona gialla.

Campania

Il presidente De Luca ha disposto la chiusura di tutte le scuole, dagli asili nido fino alle superiori, in tutta la regione fino al 14 marzo. La regione, anche per colpa delle varianti specie quella inglese, si trova in zona rossa dall’8 marzo.

Emilia Romagna

La provincia di Bologna dal 27 febbraio diventa arancione scuro e da lunedì 1° marzo tutte le scuole sono chiuse.

In zona rossa sono le province di Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini con la chiusura di tutte le scuole dall’8 marzo e fino al 21 marzo.

Anche i comuni della provincia di Bologna e Modena sono in rosso, mentre in arancione scuro rientrano i comuni della provincia di Reggio Emilia.

Friuli Venezia Giulia

Scuole chiuse per variante fino al 20 marzo. Didattica a distanza per medie, superiori e università.

Lazio

Nella regione Lazio le scuole sono chiuse, anche per il riscontro di varianti, nelle seguenti zone: Monterosi (in provincia di Viterbo, Carpineto, Roccagorga, Colleferro, Torrice e Monte San Giovanni Campano.

Zona arancione per i comuni in provincia di Frosinone dove per medie e superiori la didattica è a distanza.

Liguria

In Liguria per una settimana chiuse solo le scuole superiori che sono in Dad al 100%.

Lombardia

La Lombardia fino al 14 marzo è in zona arancione rafforzata e tutte le scuole sono chiuse dall’infanzia alle superiori. Nelle scorse settimane scuole chiuse nel Bresciano e Bergamasco per presenza massiccia di varianti.

Marche

Le province di Macerata e Ancona fino al 14 marzo sono in zona rossa con le scuole chiuse. Le province di Pesaro-Urbino, Fermo e Ascoli Piceno sono in zona arancione con le scuole dalle classi seconde e terze delle medie fino alle superiori in Dad a 100%.

Molise

Tutto il Molise è in zona rossa da lunedì 1° marzo a causa dell’aggravarsi della situazione epidemiologica. Tutte le scuole sono chiuse per varianti a Campobasso, Isernia e in tutti i comuni della regione.

Puglia

Tutte le scuole suono chiuse in Puglia dal 24 febbraio e fino al 14 marzo per ordinanza del presidente della Regione Emiliano.

Piemonte

In Piemonte scuole chiuse in Dad dalle classi seconde e terze delle medie fino alle superiori. L’ordinanza è valida per 15 giorni, Chiuse le scuole dall’infanzia in 20 distretti su 38.

Sardegna

La Sardegna è in zona bianca. Dall’8 marzo al 15 le superiori rientrano con la Dad al 50% e fino a un massimo del 75%.

Sicilia

Scuole chiuse in diversi comuni delle province di: Palermo, Messina, Catania, Caltanissetta ed Enna.

Toscana

Chiuse per paura del diffondersi delle due varianti inglese e brasiliana le scuole a Siena e ad Arezzo per un’altra settimana. Scuole chiuse anche nei comuni zona rossa: Cecina, in provincia di Livorno e Castellina Marittima, in provincia di Pisa oltre ad altri comuni nelle province di Grosseto e di Arezzo. Scuole chiuse per una settimana a Pistoia.

Umbria

In Umbria tutte le scuole sono chiuse fino al 21 marzo nella provincia di Perugia e a Orvieto.

Ovviamente, per quanto riguarda le scuole chiuse per zona rossa o comunque per la circolazione di una o più varianti la situazione è in continua evoluzione.

Iscriviti a Money.it