Scuole chiuse per varianti: il punto regione per regione

Teresa Maddonni

01/03/2021

01/03/2021 - 09:33

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Si moltiplicano le scuole chiuse in Italia per il diffondersi delle varianti del Covid, principalmente quella inglese, e non solo nelle zone rosse. Facciamo il punto regione per regione.

Scuole chiuse per varianti: il punto regione per regione

Aumentano le scuole chiuse per varianti, e a fare più paura come sempre è la variante inglese del Covid, estremamente contagiosa. Ed è proprio questa a preoccupare il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca che ha chiuso tutte le scuole da lunedì 1° marzo.

Alle regioni con zone rosse in cui le scuole, anche per i più piccoli, sono chiuse per varianti si aggiungono poi regioni come la Puglia gialla, ma dove tutti gli alunni, non solo alle superiori, sono in didattica a distanza almeno fino al 14 marzo a seguito dell’ordinanza del presidente Michele Emiliano.

Tra le ultime a decidere per la chiusura delle scuole è la Regione Marche che fino al 6 marzo impone ai ragazzi delle superiori la didattica a distanza al 100%. Le Marche passano, a seguito dell’ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza, da oggi passa in zona arancione.

A seguito anche del cambio colore ufficiale da oggi e delle nuove zone rosse facciamo il punto sulle scuole chiuse per varianti regione per regione.

Scuole chiuse per varianti: il punto regione per regione

Le scuole chiuse per varianti aumentano e il quadro regione per regione diventa sempre più preoccupante.

Nel Lazio la variante inglese è stata riscontrata in diverse scuole della Capitale e non solo.

A essere maggiormente colpite sembrano proprio le scuole dei più piccoli tra i quali le varianti sembrano diffondersi maggiormente.

Scuole chiuse anche in Lombardia, nella Provincia di Brescia che è diventata zona arancione rafforzata.

Ma facciamo il punto regione per regione sulle scuole chiuse per varianti ricordando che la situazione è in continua evoluzione.

Abruzzo

In Abruzzo tutte le scuole sono chiuse dal 1° marzo e fino a diverso provvedimento per ordinanza del presidente della Regione Marco Marsilio.

Provincia autonoma di Bolzano

In Alto Adige, nella Provincia autonoma di Bolzano, le scuole superiori sono chiuse fino al 14 marzo.

Basilicata

Tutte le scuole, dalle elementari, sono chiuse in Basilicata dal 1° marzo e fino al 5. La regione si trova in zona rossa.

Calabria

Scuole superiori in Dad al 50% fino al 13 marzo.

Campania

Un istituto di San Giorgio a Cremano (Napoli) è stato chiuso per variante inglese. Chiuso anche un istituto di Salerno fino al 10 marzo. Il presidente De Luca ha disposto la chiusura di tutte le scuole, dagli asili nido fino alle superiori, in tutta la regione fino al 14 marzo.

Emilia Romagna

La provincia di Bologna dal 27 febbraio diventa arancione scuro e da lunedì 1° marzo tutte le scuole sono chiuse.

Zona arancione per alcuni comuni che fanno capo alla Ausl di Imola (Imola, Castel San Pietro, Medicina, Mordano, Castel Guelfo, Dozza, Casalfiumanese, Fontanelice, Borgo Tossignano, Castel del Rio) e alcuni confinanti nella provincia di Ravenna (Bagnara di Romagna, Conselice, Massa Lombarda e Riolo Terme). In queste zone le scuole sono chiuse. A restare aperti solo i servizi educativi da 0 a 3 anni e le scuole dell’infanzia. Dal 2 marzo entrano in arancione scuro tutti i comuni della Ausl Romagna escluso il distretto di Forlì.

Friuli Venezia Giulia

Scuole chiuse per variante inglese a Gradisca d’Isonzo. Sono oltre 500 gli alunni dalla scuola dell’infanzia alle medie e superiori in Dad fino all’8 marzo.

Lazio

Altre zone rosse si trovano in Lazio, in provincia di Roma: Colleferro e Carpineto e Roccagorga, in provincia di Latina. Zone rosse anche a Torrice in provincia di Frosinone. Qui le scuole sono chiuse e numerose scuole lo sono, anche a Roma, per variante inglese accertata. Tra queste:

  • la scuola primaria Cerboni di Primavalle, coinvolgerebbe nel dettaglio quattro classi;
  • chiusa la scuola primaria Alonzi della Garbatella per 9 positivi al Covid;
  • chiuso l’Istituto comprensivo Sinopoli – Ferrini in via di Villa Chigi dove la variante inglese confermata;
  • casi anche nella scuola paritaria Santissimo Sacramento di Frascati;
  • interessato dal Covid anche l’Istituto di via Carotenuto di Acilia, dove il plesso di via Gherardi a Malafede è stato chiuso e bambini e personale messo in quarantena;
  • la variante inglese è stata riscontrata anche a Fiumicino dove è chiusa la scuola elementare Rodano di Isola sacra.

Liguria

Il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti ha chiuso tutte le scuole di ogni ordine e grado da mercoledì 24 febbraio e fino al 5 marzo a Ventimiglia e Sanremo.

Lombardia

In Lombardia è stata istituita la zona arancione rafforzata in tutta la Provincia di Brescia e nei comuni di Viadanica, Predore San Martino, Sarnico, Villongo, Castelli Caleppio, Credaro e Gandosso in provincia di Bergamo e Soncino, in provincia di Cremona.

Per la presenza delle varianti del Covid quindi le scuole sono state chiuse tutte, dalle elementari alle medie fino alle superiori.

Zone rosse a Bollate (Milano), Viggiù (Varese) e Mede (Pavia) dove le scuole sono chiuse fino al 3 marzo con possibile successiva proroga.

Marche

In tutta la regione saranno chiuse invece tutte le scuole superiori da sabato 27 febbraio e almeno fino al 6 marzo. Ad Ancona e Macerata chiuse anche le classi seconde e terze delle medie.

Molise

Tutto il Molise è in zona rossa da lunedì 1° marzo a causa dell’aggravarsi della situazione epidemiologica. Tutte le scuole sono chiuse per varianti a Campobasso, Isernia e in molti comuni della regione per ordinanze dei sindaci.

Puglia

Tutte le scuole suono chiuse in Puglia dal 24 febbraio e fino al 14 marzo per ordinanza del presidente della Regione Emiliano.

Piemonte

In Piemonte le scuole sono chiuse in presenza, non solo le superiori, ma tutte, nella Valle Vigezzo, asili compresi, fino al 5 marzo e anche a Cavour in provincia di Torino. Rosso il comune di Re nel Verbano-Cusio-Ossola dal 20 febbraio cui si aggiungono anche i comuni di raveggia, Villette, Toceno, Malesco, Santa Maria Maggiore e Druogno. Scuole chiuse per presenza di variante inglese dalle elementari fino al 5 marzo.

Sardegna

Zona rossa a San Teodoro con scuole chiuse, come anche nel comune di Budoni. Sono state chiuse per Covid quattro scuole di Olbia. Istituita la zona rossa anche all’isola della Maddalena.

Sicilia

Scuole chiuse a Enna fino al 13 marzo.

Toscana

Chiuse per paura del diffondersi delle due varianti inglese e brasiliana anche le scuole medie e superiori di Siena già qualche giorno fa e fino al 7 marzo. Ad Arezzo tutte le scuole sono chiuse per due settimane esclusi nidi e infanzia. Castiglion Fiorentino, Lucignano e Marciano della Chiana e Follonica scuole chiuse fino al 7 marzo.

Umbria

In Umbria tutte le scuole sono chiuse dal 1° marzo. In presenza solo i ragazzi delle classi quinte delle superiori per lo svolgimento delle Prove Invalsi 2021.

A Perugia riaprono gli asili nido per bambini da 0 a 3 anni. A Terni la Dad è prevista al 50% alle superiori, mentre sono in presenza tutti gli altri studenti dalle elementari alle medie, compresi i servizi per l’infanzia.

Ovviamente, per quanto riguarda le scuole chiuse per variante inglese o per zona rossa comunque collegata alla circolazione di una o più varianti, la situazione è in continua evoluzione.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories