Scuola: 60.000 assunzioni in arrivo. Profili e requisiti

Tra il 2020 e il 2021 sono in arrivo 60.000 assunzioni nella scuola pubblica. A prevederlo il Decreto Scuola al momento in Consiglio dei Ministri. Tra le figure richieste insegnati, addetti alle pulizie e dirigenti tecnici.

Scuola: 60.000 assunzioni in arrivo. Profili e requisiti

In arrivo 60.000 assunzioni per la scuola dell’infanzia, primaria e secondaria. Ad annunciarlo il Decreto Scuola al momento sotto il vaglio del Consiglio dei Ministri.

Obiettivo del decreto è sbloccare le assunzioni nella scuola pubblica, non solo del personale docente ma anche degli addetti alle pulizie e dei dirigenti tecnici.

Presumibilmente i concorsi saranno banditi su scala regionale e per classi di concorso. Per gli insegnanti precari sono previste 24.000 assunzioni e altri 25.000 posti saranno destinati al concorso ordinario.

Stando a quanto riportato sul Sole24Ore, i bandi di concorso ufficiali usciranno a gennaio e a settembre 2020. Le 60.000 assunzioni previste dovrebbero diventare effettive entro il 2021.

Decreto Scuola, 60.000 assunzioni: quali sono i profili richiesti?

Nel Decreto Scuola al momento all’attenzione del Governo sono previste circa 60.000 assunzioni nei prossimi due anni. Tra queste la fetta più grande riguarda il personale docente ma sono richieste anche altre figure professionali.

Per quanto riguarda la scuola secondaria, tra il 2020 e 2021 il Ministero dell’Istruzione bandirà due concorsi pubblici, uno straordinario per i docenti che hanno già maturato almeno tre anni di servizio, e uno ordinario per candidati con laurea e i 24 Cfu richiesti, per un totale di 48mila posti totali.

Sul versante della scuola d’infanzia e primaria invece i posti messi al bando sono 17.000.

Oltre il personale docente, il Decreto Scuola prevede anche la stabilizzazione del personale addetto alle pulizie, per un totale di 11.000 posizioni. Le assunzioni avverranno sulla base di una graduatoria e senza colloquio.

I dirigenti tecnici richiesti, invece, sono in tutto 55.

Le procedure concorsuali, salvo deroghe, dovrebbero aprirsi agli inizi di gennaio del nuovo anno per gli addetti alle pulizie, e a settembre 2020 per il personale docente. Questi ultimi saranno banditi su base regionale e per classi di concorso.

Nuove assunzioni a partire dal 2020: la sanatoria per gli insegnanti precari

Nel testo del Decreto Scuola in esame un punto molto importante è dedicato agli insegnanti precari. Nel corso del 2020 è prevista una maxi sanatoria per oltre 24.000 insegnanti precari con almeno tre anni di servizio.

Il concorso verterà su una prova scritta a risposta multipla. La graduatoria dei partecipanti sarà stilata in base al voto ottenuto, sui titoli dichiarati e gli anni di servizio maturati. Le prime assunzioni ci saranno a partire dal nuovo anno scolastico, quindi settembre 2020.

Chi nella prova scritta totalizza almeno il punteggio di 7 su 10 ma non rientra nel piano di assunzione potrà comunque ottenere l’abilitazione all’insegnamento se possiede i 24 Cfu necessari e se risulta essere in servizio come supplente alla data del 30 giugno.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Scuola

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.