Scadenze fiscali agosto 2018

Scadenze fiscali agosto 2018: imposte sui redditi e adempimenti periodici al 20, ecco lo scadenzario del prossimo mese.

Scadenze fiscali agosto 2018

Il mese di agosto 2018 si presenta ricco di scadenze fiscali, soprattutto nella seconda metà del mese.

Come di consueto, infatti, la pausa estiva farà slittare tutte le scadenze ordinariamente previste nelle prime due settimane al 20 agosto, data in cui lo scadenzario ufficiale dell’Agenzia delle Entrate segnala ben 165 versamenti da eseguire.

In particolare, ricordiamo ai lettori l’importante scadenza delle imposte derivanti dalla dichiarazione dei redditi, per la quale è previsto che il saldo ed il primo acconto possano essere versati con maggiorazione dello 0,40% qualora si sia saltato il primo appuntamento dello scorso 2 luglio.

Analizziamo insieme le principali scadenze fiscali del prossimo mese di agosto 2018.

Scadenze fiscali 20 agosto 2018: imposte sui redditi, saldo, primo acconto e rateizzazione:

Versamenti Irpef:

  • Titolari di partita Iva: versamento 3° rata Irpef a titolo di primo acconto 2018 e saldo 2017 e 3° rata acconto Irpef su redditi soggetti a tassazione separata non soggetti a ritenuta alla fonte;
  • Acconto Irpef sui redditi soggetti a tassazione separata da indicare in dichiarazione e non soggetti a ritenuta alla fonte con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo
  • Versamento primo acconto Irpef 2018 e saldo 2017 con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo
  • Adeguamento alle risultanze degli studi di settore, con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo
  • Versamento 2° rata Irpef a titolo di primo acconto 2018 e saldo 2017 con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo e versamento 2° rata acconto Irpef sui redditi soggetti a tassazione separata con maggiorazione dello 0,40%.

Versamenti Ires:

  • Versamento 3° rata a titolo di saldo Ires 2017 e primo acconto 2018
  • Versamento saldo 2017 e primo acconto 2018 dell’Ires con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo
  • Versamento 2° rata a titolo di saldo 2017 e primo acconto 2018 dell’Ires con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo

Versamenti Irap:

  • Titolari di partita Iva: versamento 3° rata Irap a titolo di primo acconto 2018 e saldo 2017
  • Soggetti Ires tenuti a presentare la dichiarazione IRAP: versamento 3° rata dell’Irap a titolo di saldo 2017 e primo acconto 2018
  • Irap: versamento primo acconto 2018 e saldo 2017 con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo
  • Soggetti Ires: versamento saldo 2017 e primo acconto 2018 dell’Irap con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo
  • Titolari di partita Iva: versamento 2° rata Irap a titolo di primo acconto 2018 e saldo 2017 con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo
  • Soggetti Ires tenuti a presentare la dichiarazione IRAP: versamento 2° rata dell’Irap a titolo di saldo 2017 e primo acconto 2018 con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo.

L’elenco completo delle imposte da versare entro la scadenza del 20 agosto 2018 può essere consultato direttamente dallo scadenzario dell’Agenzia delle Entrate

Scadenze fiscali 20 agosto 2018: adempimenti periodici

Lo scadenzario fiscale del mese di agosto 2018 prevede ovviamente anche gli adempimenti periodici Irpef, Inps e IVA per i contribuenti titolari di partita IVA, in ordine alle competenze di luglio.

In ordine alle scadenze fiscali periodiche IVA entro il prossimo 20 agosto 2018 occorre procedere al:

  • versamento IVA di competenza luglio 2018 per i contribuenti che liquidano l’IVA mensilmente. Il versamento deve essere eseguito indicando il codice tributo 6007 nella sezione Erario del modello F24;
  • versamento IVA di competenza secondo trimestre 2018 per i contribuenti che liquidano l’IVA trimestralmente. Il versamento deve essere eseguito indicando il codice tributo 6032 nella sezione Erario del modello F24.

In ordine all’IRPEF, invece, entro lunedì 20 agosto 2018 occorre effettuare il versamento delle ritenute alla fonte a titolo d’acconto operate dai sostituti d’imposta su:

  • redditi di lavoro dipendente e assimilati corrisposti nel mese precedente. Oltre alle ritenute il sostituto d’imposta deve versare anche le addizionali comunali e regionali;
  • redditi di lavoro autonomo corrisposti nel mese precedente, provvigioni per rapporti di commissione, di agenzia, di mediazione e di rappresentanza corrisposte nel mese precedente. Il codice tributo da utilizzare in questo caso è 1040 con periodo di competenza 07/2018.

Nello stesso modello F24 è possibile pagare anche i contributi INPS dovuti dal datore di lavoro sulle retribuzioni corrisposte nel mese di maggio.

Scadenze fiscali 27 agosto 2018: elenchi Intrastat mensili

Entro lunedì 27 agosto 2018 - il 25 cade di sabato - i contribuenti IVA con obbligo mensile dovranno effettuare l’invio degli elenchi Intrastat.

Nello specifico, l’adempimento riguarda la presentazione degli elenchi riepilogativi Intra per le cessioni di beni e prestazioni di servizi rese nel mese precedente nei confronti di soggetti UE.

L’invio telematico degli elenchi Intrastat dovrà essere eseguito:

  • all’Agenzia delle Dogane tramite il Servizio Telematico Doganale E.D.I.;
  • all’Agenzia delle Entrate mediante il classico invio telematico Entratel.

Scadenze fiscali 31 agosto 2018: versamento Irpef e cedolare secca per non titolari di partita IVA

Le scadenze fiscali del mese di agosto si chiudono con la scadenza del 31 agosto 2018 per i contribuenti non titolari di partita IVA tenuti al versamento dell’Irpef, della cedolare secca e delle addizionali.

Scadenze Irpef non titolari di partita IVA 31 agosto 2018

  • Versamento 3° rata dell’Irpef risultante dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l’anno 2017 e di primo acconto per l’anno 2018, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,64%;
  • Versamento 2° rata dell’Irpef risultante dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l’anno 2017 e di primo acconto per l’anno 2018, maggiorando preventivamente l’intero importo da rateizzare dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,11%;
  • Versamento 3° rata dell’acconto d’imposta in misura pari al 20% dei redditi sottoposti a tassazione separata da indicare in dichiarazione e non soggetti a ritenuta alla fonte, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,64%;
  • Versamento 2° rata dell’acconto d’imposta in misura pari al 20% dei redditi sottoposti a tassazione separata da indicare in dichiarazione e non soggetti a ritenuta alla fonte, maggiorando preventivamente l’intero importo da rateizzare dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,11%.

Scadenze cedolare secca 31 agosto 2018:

  • versamento 3° rata dell’imposta sostitutiva operata nella forma della cedolare secca a titolo di saldo per l’anno 2017 e di primo acconto per l’anno 2018, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,64%;
  • versamento della 2° rata dell’imposta sostitutiva operata nella forma della cedolare secca, a titolo di saldo per l’anno 2017 e di primo acconto per l’anno 2018, maggiorando preventivamente l’intero importo da rateizzare dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,11%.

Iscriviti alla newsletter "Fisco" per ricevere le news su Scadenze fiscali

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.