Rimborso abbonamento ATAC coronavirus: come chiederlo, requisiti, cosa serve?

Come richiedere il rimborso per l’abbonamento ATAC a causa dell’emergenza coronavirus: ecco come fare e la procedura ufficiale per riavere i mesi non utilizzati durante il lockdown.

Rimborso abbonamento ATAC coronavirus: come chiederlo, requisiti, cosa serve?

Come richiedere rimborso per l’abbonamento ATAC, mensile o annuale, non utilizzato durante l’emergenza coronavirus (per il periodo relativo al lockdown di marzo e aprile 2020). Dopo un lungo iter burocratico è finalmente possibile richiedere il risarcimento per il periodo riferito al lockdown o per tutti i cittadini romani sottostanti a eventuali quarantene derivate dai protocolli contenitivi anti COVID-19.

Come funziona e come fare per richiedere il rimborso dell’abbonamento ATAC non utilizzato a causa del coronavirus? La procedura era nell’aria da tempo e i segnali per una possibile forma di risarcimento erano flebili ma chiari: ecco l’iter ufficiale da seguire per tutti i cittadini romani interessati.

Come richiedere il rimborso abbonamento ATAC coronavirus

Il rimborso potrà essere richiesto solo ed esclusivamente all’interno di una finestra temporale ben precisa che va dal 10 agosto al 30 settembre.

Il sito di riferimento ufficiale, dove dovranno essere inoltrate le richieste, è rimborsimetrebuscovid.atac.roma.it (raggiungibile a questo link). Ecco come procedere:

  1. una volta entrati nella pagina dedicata cliccate sul pulsante rosso “Continua”;
  2. scegliere l’opzione per accedere se già registrati o creare un nuovo account;
  3. se scegliete la seconda opzione inserite i vostri dati personali mentre nel primi caso effettuate l’accesso con e-mail e password;
  4. selezionate la voce “Richiesta rimborsi COVID-19”;
  5. selezionate “Richiesta Personale”;
  6. inserire un documento valido (carta d’identità, patente, ecc);
  7. inserire il codice seriale del proprio abbonamento Atac;
  8. spuntare le varie voci nella sezione “Dichiarazione sostitutiva di certificazione”;
  9. allega i file PDF del documento e del proprio abbonamento ATAC;
  10. clicca su “Completa la richiesta”.

Come dichiarato dall’ATAC:

“Con l’approvazione da parte della Regione Lazio delle norme propedeutiche, da lunedì 10 agosto ore 11 e fino al 30 settembre, sarà possibile avviare le procedure per il riconoscimento dei rimborsi ai clienti che non hanno potuto usufruire dei loro abbonamenti durante il lockdown.

Per facilitare le pratiche ATAC ha predisposto questo sito dove da lunedì 10 agosto i clienti potranno trovare tutte le indicazioni e le informazioni utili per accedere ai rimborsi, che consisteranno nel prolungamento dell’abbonamento, per il periodo riconosciuto dalle norme, ovvero nel rilascio di un voucher”.

Richiesta rimborso abbonamento ATAC: requisiti e cosa serve

Il rimborso si può richiedere da lunedì 10 agosto e determinanti sono i requisiti e i documenti necessari per ottenere il rimborso.

Prima di tutto sarà necessario registrarsi nell’area personale MyAtac, condizione imprescindibile per accedere alle operazioni. Potete farlo da questa pagina inserendo cognome, nome, codice fiscale, professione, recapito telefonico, e-mail ecc.

È possibile richiedere il rimborso per tutti gli abbonamenti mensili e annuali appartenenti al circuito Metrebus Roma e Lazio a zone su supporto elettronico, abbonamenti mensili Lazio su supporto cartaceo, gli abbonamenti Giovani e Studenti Metrebus Lazio, abbonamenti Metrebus Roma non materiali attraversati attraverso app aderenti al servizio B+, abbonamenti mensili Metrebus Roma acquistati tramite tap&Go.

Il comunicato ATAC parla di voucher, quindi presumibilmente si riferirà a un lasciapassare extra per il periodo indicato dal singolo consumatore (anche se in molti si attendevano una semplice proroga del servizio, opzione non del tutto scartabile in attesa di chiarimenti). Quello che conta è che il rimborso abbonamento ATAC realtà: la procedura esatta sarà indicata a breve.

Argomenti:

Rimborso Roma Atac

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories