Rilancio Alitalia: newco con Mef, Ferrovie partner strategico

Per il rilancio di Alitalia si pensa a una partnership tra Fsi e una o più aziende controllate dallo Stato

Rilancio Alitalia: newco con Mef, Ferrovie partner strategico

Alitalia è pronta a decollare. Parola del vicepremier e ministro dello Sviluppo, Luigi Di Maio.

La compagnia aerea tricolore tornerà a ‘spiccare il volo’ grazie a una newco e a una dotazione iniziale, che si ipotizza tra 1,5 e i 2 miliardi di euro. Il vice premier ne ha parlato in un’intervista pubblicata da Il Sole 24 Ore.

Alitalia: cosa prevede il piano di rilancio

Il Mise sta lavorando al progetto di una newco per il rilancio di Alitalia. Il piano prevede la possibile partecipazione di Cassa depositi e prestiti e una quota di circa il 15% da parte del Ministero dell’Economia.

In questa nuova partnership, Ferrovie dello Stato diventerà, da storico competitor della compagnia di bandiera, alleato strategico, insieme a un importante supporter tecnico internazionale, dedito al noleggio e all’acquisto dei velivoli.

“Vogliamo consentire ad Alitalia non solo di ripartire, ma di renderla strategica nell’offerta turistica italiana”,

ha dichiarato Di Maio che ha annunciato anche un incontro che si svolgerà oggi con i sindacati.

La quota di partecipazione del 15% dal Ministero dell’Economia e Finanza sarà garantita dalla conversione in equity di parte del prestito-ponte da 900 milioni di euro, concesso dal precedente governo.

“Arriveremo alla scadenza del 31 ottobre con una manifestazione di interesse con offerta vincolante per Alitalia o comunque con una manifestazione di interesse seria e concreta,”

ha fatto sapere ancora Di Maio.

L’impegno da parte del governo è massimo e si stringono i tempi per una soluzione che restituisca alla compagnia di bandiera il ruolo strategico che le compete nel settore dell’offerta turistica internazionale, ma che garantisca anche la salvaguardia di posti di lavoro.

La conferma nelle parole di Giuseppe Conte

L’obiettivo del Governo è quello di creare una collaborazione tra Ferrovie dello Stato e Alitalia per rendere più competitiva l’impresa turistica italiana. Tra le idee, promosse anche dal premier Giuseppe Conte, c’è quella di lavorare a un biglietto integrato treno-aereo che consenta ai turisti che raggiungono il Paese di spostarsi liberamente sull’intero territorio nazionale.

“Dobbiamo assolutamente fornire una soluzione e fare sistema, creare sinergie con le Ferrovie dello Stato perché il trasporto aereo e quello ferroviario non possono essere sganciati”,

ha commentato il presidente del Consiglio, che sulla questione Alitalia - da Addis Abbeba - ha confermato le parole del suo ministro.

“Il dossier è delle mani di Di Maio, ci siamo aggiornati, dobbiamo assolutamente fornire una soluzione e fare sistema, creare sinergie con le Ferrovie dello Stato perché il trasporto aereo e quello ferroviario non possono essere sganciati, abbiamo allo studio una newco e confidiamo a breve di realizzarla”.

Secondo il Governo è l’unica soluzione per salvare la compagnia di bandiera e renderla di nuovo competitiva.

“So che il vicepremier e ministro dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio sta facendo un ottimo lavoro per il rilancio di Alitalia: creare una partnership tra Fs e uno o più aziende partecipate dello Stato va in questa direzione.”

Anche per Conte, dunque, la strada intrapresa dal Mise è quella giusta.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Alitalia

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.