Cosa fare con i punti MilleMiglia Alitalia?

Chiara Esposito

24 Ottobre 2021 - 12:09

condividi

Ecco come riconvertire i proprio crediti MilleMiglia Alitalia. Volare gratis con Ryanair, EasyJet, Lufthansa o vettori Usa e non solo.

Cosa fare con i punti MilleMiglia Alitalia?

Novità inaspettata per MilleMiglia, il programma Alitalia che, per volere
della Commissione europea non sarà trasferito alla nuova compagnia Ita.

I crediti accumulati dai clienti della vecchia compagnia nazionale non verranno persi né esclusivamente impiegati nel circuiti di voli della neonata azienda bensì riconvertiti in biglietti gratis per Ryanair, easyJet, Lufthansa o altre grandi compagnie americane e asiatiche.

Le miglia accumulate con i voli di Alitalia, che non ha più la licenza di volo ed è guidata da 3 commissari, potranno quindi mantenere il loro valore attraverso un accordo recentemente stipulato con il sito di viaggi «lastminute.com».

Per ora le informazioni non sono molte, ma il piano sembra essere piuttosto vantaggioso per i vecchi clienti. I dettagli del nuovo contratto qui di seguito.

Le prime indiscrezioni: l’offerta

Per mantenere un buon tasso di fidelizzazione dei propri clienti, Alitalia ha trovato un escamotage. Le miglia che i singoli viaggiatori avevano accumulato potranno essere convertite in voucher grazie al sito lastminute.com. In questo modo si potranno avere gratis dei biglietti aerei o interi pacchetti volo+hotel. Nei casi in cui la scelta del consumatore non fosse però compatibile con il suo credito si dovrà integrare pagando la differenza.

Al momento non sembrano esserci particolari limitazioni sui voli; i biglietti potranno essere affiliati a qualsiasi compagnia della lista. Il catalogo dovrebbe comprendere oltre 400 diverse opzioni verso più di 200 paesi in tutto il mondo. Fino al 31 ottobre c’è un’offerta che certifica il valore di 7.000 miglia come equivalente di un voucher di 25 euro.

Per i biglietti con alloggio annesso inoltre si contano 1,5 milioni di strutture ricettive a livello globale e servizi di 150 differenti catene alberghiere. Sul fronte autonoleggio invece ci sono sostanziali limitazioni: si possono comprare voucher solo per Avis.

Attenzione però al tasso di conversione che potrebbe svantaggiare molti clienti a seconda delle compagnie prescelte. Non sempre vi è una diretta corrispondenza tra gli importi dei vari biglietti poiché Alitalia aveva un rapporto di cambio peggiore rispetto ad altri vettori. All’epoca era difficile prendere gratis biglietti per destinazioni molto richieste, perché c’erano pochi posti riservati su ogni volo con il risultato di una faticosa lotta contro il tempo per i viaggiatori meno scaltri o informati.

Il sito internet di riferimento è www.mymiglia.com. e va scandagliato con occhio attento.

Focus sugli accordi con alcune compagnie

A mettere in piedi l’accordo con lastminute.com ci hanno pensato il direttore generale di Alitalia Giancarlo Zeni e il Dg della società che gestisce il Programma MilleMiglia Alitalia Loyalty, Lucio Attinà.

I due hanno raggiunto una quadra con il sito garantendo alle compagnie concorrenti di intercettare la domanda dei loro vecchi clienti. Tra queste troviamo Ryanair, EasyJet, Lufthansa, Iberia e Air Europa ma anche alcune compagnie americane o asiatiche. Come annuncia la stessa società è stata poi rinnovata la collaborazione con Air France, con Klm e con Middle East Airlines, le compagnie partner dell’alleanza SkyTeam.

Infine, nonostante Ita non sia autorizzata ad acquisire l’intero programma di MilleMiglia, anche la compagnia che vola al posto di Alitalia dal 15 ottobre rientra nel circolo delle fortunate.

Argomenti

# Aereo

Iscriviti a Money.it