Riaperture e meno restrizioni: il programma di Mario Draghi

Mario D’Angelo

08/04/2021

08/04/2021 - 20:13

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Le prossime settimane saranno di riaperture. Lo ha detto il presidente del Consiglio Draghi in conferenza stampa. Ecco le priorità del programma.

Riaperture e meno restrizioni: il programma di Mario Draghi

Riaprire, ma in sicurezza. Si può riassumere così il discorso del presidente del Consiglio Mario Draghi fatto nella conferenza stampa di giovedì 8 aprile, in cui ha delineato il programma del Governo dei prossimi mesi nell’ambito dell’emergenza Covid. Il premier non sarebbe sordo a chi chiede di riaprire, perché è questa “la forma migliore di sostegno all’economia”, ha precisato. Ma per questo bisogna avere più certezze sulla rapidità della campagna vaccinale, su cui Draghi ha detto comunque di sentirsi rassicurato.

Tuttavia rimangono ancora molte incertezze sulle date in cui potremo effettivamente tornare a una parziale normalità, anche alla luce dei recenti sviluppi sui vaccini, in particolare sul VaxZevria di AstraZeneca.

Riaperture: cosa ha detto Draghi

In primavera inoltrata e dopo un inverno di semi-lockdown, diventa sempre più pressante il tema delle riaperture, soprattutto con l’avvicinarsi della stagione turistica. Le richieste arrivano sempre più frequenti anche da parte di componenti di Governo, come la Lega di Matteo Salvini, ma anche dalle piazze, con una manifestazione che a Roma martedì scorso ha visto anche scontri fra esercenti e forze dell’ordine.

Draghi ha detto di essere consapevole della “situazione di bisogno a dir poco, spesso di disperazione dei cittadini”. Ha aggiunto di aver “visto Salvini e i presidenti di Regione, dell’Anci e delle Province”.

Tutti chiedono le aperture, è normale chiedere le aperture. La miglior forma di sostegno per l’economia non sono i sostegni del Governo, ma le riaperture, e questo è quello che chiedono tutti”, ha spiegato Draghi.

Ma quando ci sarà, precisamente, un allentamento delle restrizioni anti-Covid? Il premier non ha voluto o potuto fornire date certe. Certo è che si guarderà, come da mesi a questa parte, l’andamento delle vaccinazioni e dei contagi.

Giorni fa si è parlato di riaperture dopo la vaccinazione di tutti gli Over 70, che in teoria dovrebbe avvenire per la fine del mese. L’uso di AstraZeneca solo alle categorie più anziane va in quella direzione.

Governo, prossime settimane saranno di riaperture

Se chiedete a me, io voglio vedere le prossime settimane di riaperture, a cominciare dalle scuole. L’obiettivo deve essere quello di dare a questi ragazzi almeno un mese pieno di attività scolastica, per chiudere insieme l’anno”.

Pertanto, “le prossime settimane devono essere di riaperture, ma in sicurezza”. Quanto più celermente procedono le vaccinazioni, tanto più celermente si potrà tornare a riaprire.

Punto focale dell’azione del Governo sarà il settore turistico. “Il ministro Garavaglia ha parlato di giugno, speriamo anche prima”, ha insistito Draghi riguardo alle riaperture. Altro tema strettamente connesso è quello delle fiere e degli eventi, su cui Draghi ha chiesto un tempestivo intervento al ministro.

L’importante, ha aggiunto, è non dare la stagione turistica per spacciata. Anche perché le prenotazioni ci sono, solo che vengono da italiani. E questo colpisce soprattutto le città d’arte. Per questo, ha concluso Draghi, bisogna prendere al più presto accordi sui certificati vaccinali, in modo da poter accogliere tutti i turisti che ne abbiano uno.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories