Requisiti regime forfettario 2019

In attesa dell’approvazione definitiva della Legge di Bilancio alla Camera analizziamo quelli che saranno i requisiti 2019 del nuovo regime forfettario.

Requisiti regime forfettario 2019

La Legge di Bilancio 2019 ha riformato il regime forfettario introdotto dalla Legge 190/2014 (Legge di Bilancio 2015), aumentando il limite di ricavi previsto ed introducendo una serie di nuovi requisiti di accesso.

La novità diventerà ufficiale dopo che la Legge di Bilancio 2019, già approvata al Senato, supererà il prossimo esame della Camera. L’approvazione è attesa nella giornata del prossimo sabato 29 dicembre.

Il primo aspetto da considerare sul nuovo regime forfettario 2019 è quello relativo ai limiti dei ricavi: per tutti i codici Ateco tale valore viene uniformato a 65.000,00 euro ovvero il limite massimo previsto dalla normativa europea.

Requisiti di accesso nuovo regime forfettario 2019:

  • svolgimento di attività artistica, di impresa e di lavoro autonomo e professionale svolta in forma individuale (non sono quindi ammesse al regime forfettario le società e gli altri soggetti collettivi);
  • limite di ricavi non superiore ad euro 65.000,00;
  • divieto di svolgimento in prevalenza dell’attività nei confronti del proprio datore di lavoro o di un soggetto che lo è stato nei due anni precedenti o, comunque, di un soggetto ad esso riconducibile;
  • divieto di partecipazione a società di persone, associazioni, imprese familiari;
  • divieto di controllo, direttamente o indirettamente, di Srl o associazioni in partecipazione che esercitano attività direttamente o indirettamente riconducibili a quelle svolte dal soggetto in forfait.

Regime forfettario 2019, i requisiti abrogati e non più richiesti a partire dal prossimo 1° gennaio 2019:

  • è stato eliminato il tetto alle spese per il personale di 5.000 euro esistente fino al 31 dicembre 2018;
  • è stato eliminato il limite al costo per i beni strumentali di 20.000 euro esistente fino al 31 dicembre 2018;
  • è stato eliminato il limite al reddito di lavoro dipendente di 30.000 euro esistente fino al 31 dicembre 2018.

Regime forfettario e limite alla partecipazione in società di persone, Srl e associazioni

Sul nuovo limite del regime forfettario 2019 rispetto alla detenzione di quote in società di persone e di capitali siamo già intervenuti più volte nelle scorse settimane.

A questo proposito, la Legge di Bilancio ha modificato più volte i relativi parametri in questo difficile iter parlamentare.

Cerchiamo però di fissare alcuni punti fermi a questo proposito:

  • se la Legge di Bilancio 2019 verrà approvato alla Camera così come uscita dal Senato (ipotesi assolutamente verosimile salvo cataclismi politici...) allora il requisito delle partecipazioni risulterà modificato come da elenco sopra;
  • allo stato attuale non appare necessario - o quantomeno appare molto controverso - che la cessione dell’eventuale quota di controllo detenuta in una Srl debba avvenire entro il 31 dicembre 2018, apparendo coerente con l’orientamento di prassi anche la cessione entro il termine del prossimo anno;
  • quando la norma parla di controllo non ci sono ulteriori riferimenti espliciti alla normativa sulle società; tuttavia è ragionevole ritenere che il riferimento sia all’articolo 2359 del codice civile;
  • allo stesso modo, quando la norma parla di riconducibilità è ragionevole ritenere che tale concetto sia collegato ai codici Ateco del contribuente e della/e società in cui egli partecipa senza avere poteri di controllo.

Iscriviti alla newsletter Fisco e Tasse per ricevere le news su Regime forfetario

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.