Reddito di cittadinanza sospeso a dicembre con assegno unico? Cosa fare per non perderlo

Teresa Maddonni

28 Novembre 2021 - 12:43

condividi

Il reddito di cittadinanza viene sospeso a dicembre: cosa succede all’assegno unico temporaneo per coloro che percepiscono entrambi i sostegni? Ecco come non perdere l’aiuto secondo l’INPS.

Reddito di cittadinanza sospeso a dicembre con assegno unico? Cosa fare per non perderlo

Il reddito di cittadinanza viene sospeso a dicembre con l’assegno unico percepito in automatico sulla carta RdC da chi ha figli minori a carico. Cosa fare per non perdere l’ultima mensilità 2021 dell’assegno temporaneo?

Il reddito di cittadinanza viene sospeso a dicembre per coloro che ricevono a novembre la diciottesima mensilità della prima tranche. Dopo i primi 18 mesi di fruizione del reddito di cittadinanza, infatti, è prevista la sospensione per un mese.

Nel mese di sospensione il beneficiario può tuttavia fare domanda per ottenere, a parità di requisiti, la seconda tranche di 18 mensilità di reddito del cittadinanza. L’assegno unico per i figli temporaneo invece, per chi prende il reddito di cittadinanza, viene erogato in automatico sulla carta RdC fino al 31 dicembre.

Con la sospensione del reddito di cittadinanza a dicembre tuttavia, per i beneficiari interessati, si procede anche all’interruzione dell’assegno unico. L’INPS spiega però cosa fare per non perderlo.

Reddito di cittadinanza sospeso a dicembre con assegno unico: ecco cosa fare

Il reddito di cittadinanza viene sospeso a dicembre per coloro che prendono nel mese corrente la diciottesima mensilità.

Costoro, sempre a dicembre, pur non percependo il reddito di cittadinanza possono fare domanda di rinnovo per le successive 18 mensilità.

Come l’INPS ha chiarito rispondendo ad alcuni beneficiari sui social, coloro che prendono anche l’assegno unico per i figli a carico temporaneo nel mese di dicembre subiscono l’interruzione del pagamento dello stesso, ordinariamente erogato in automatico sulla carta RdC.

Dicembre è l’ultimo mese di assegno unico temporaneo per i figli a carico che nel 2022 viene sostituito dalla sua versione più completa e universale.

L’INPS spiega che nel mese di sospensione del reddito di cittadinanza, per non perdere l’assegno unico per i figli, i beneficiari devono fare domanda. Nel mese di dicembre i beneficiari ai quali viene sospeso il reddito di cittadinanza quindi devono:

  • presentare domanda di rinnovo per ottenere le ulteriori 18 mensilità del beneficio;
  • fare domanda per ottenere l’assegno unico per i figli temporaneo relativo alla mensilità sospesa.

Reddito di cittadinanza: con assegno unico doppio pagamento

Al di là di coloro ai quali a dicembre il reddito di cittadinanza viene sospeso, in generale con l’assegno unico l’INPS procede a un doppio pagamento.

I beneficiari del sussidio che prendono anche l’assegno unico per i figli minori a carico stanno ricevendo in questi giorni la ricarica della quota di reddito di cittadinanza spettante sulla carta RdC. Il pagamento è stato anticipato al giorno 26 novembre cadendo il 27 di sabato.

La quota spettante di assegno unico per i figli a carico viene pagata in un secondo momento e quindi entro la fine del mese, tra il 29 e il 30 novembre. Il pagamento è automatico con accredito sulla carta RdC.

Ricordiamo che non prendono il reddito di cittadinanza a novembre coloro che hanno terminato le prime 18 mensilità del sussidio nel mese di ottobre e che nel mese corrente hanno fatto domanda di rinnovo.

Il prossimo pagamento per costoro dovrebbe arrivare entro la metà del mese di dicembre per ritornare alla data ordinaria da gennaio. Ricordiamo comunque che le regole del reddito di cittadinanza, con la Legge di Bilancio 2021, stanno per cambiare.

L’INPS ha comunicato tramite social, rispondendo alle domande di alcuni beneficiari, che anche l’assegno unico temporaneo per i figli di ottobre arriverà nella settimana alle porte, quindi tra lunedì 29 e martedì 30 novembre, per coloro che non lo hanno ancora ricevuto.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Iscriviti a Money.it