Reddito di cittadinanza: nel 2020 sarà caos nei CAF, ecco perché

Per il reddito di cittadinanza e altri sussidi nel 2020 si prevede un assalto ai CAF con più di 2milioni di richieste per le Dsu. Ecco perché.

Reddito di cittadinanza: nel 2020 sarà caos nei CAF, ecco perché

In tema di reddito di cittadinanza si attende il caos nei CAF a gennaio 2020. Come è stato annunciato si prevede che con l’inizio del nuovo anno saranno moltissime le richieste, si stima 2,2 milioni, per l’elaborazione della Dsu (Dichiarazione sostitutiva unica) che verranno presentate presso i Centri di assistenza fiscale.

La Dichiarazione sostitutiva unica è necessaria per ottenere l’ISEE a sua volta fondamentale per ricevere e mantenere il reddito di cittadinanza e tutta una serie di prestazioni, bonus e agevolazioni.

Reddito di cittadinanza: più di 2 milioni di domande ai CAF

Non solo il reddito di cittadinanza, ma se si considerano tutte le agevolazioni per cui la Dsu è necessaria si stimano 2,2 milioni di richieste ai CAF per gennaio 2020. Un allarme lanciato dalla Consulta dei CAF, secondo i quali si rischia di superare abbondantemente la mole di lavoro dell’anno precedente.

A gennaio 2020 saranno in moltissimi a dover far richiesta della Dichiarazione sostitutiva unica per avere l’ISEE che è fondamentale per il reddito di cittadinanza.

È stato stabilito che per continuare a beneficiare del reddito di cittadinanza a partire dal 1° gennaio 2020 va presentata la nuova Dsu. Le dichiarazioni ISEE presentate a gennaio e agosto 2019 scadono proprio il 31 dicembre 2019.

I beneficiari del reddito di cittadinanza infatti per continuare a percepire il sussidio devono comunque presentare dichiarazioni vere e dunque comunicare eventualmente la variazione del nucleo familiare.

Si prevede che le richieste di Dsu per il reddito di cittadinanza saranno più di 900mila se si considera che a ottobre 978mila nuclei sono risultati beneficiari del reddito di cittadinanza.

Per arrivare ai 2,2 milioni di domande stimate per i CAF a gennaio 2020 bisogna aggiungere alle Dsu per il reddito di cittadinanza, quelle per gli altri sussidi previsti. Rimandiamo a questa guida di Money.it per il modello ISEE , il calcolo e le novità del 2019.

Non solo il reddito di cittadinanza, assalto ai CAF anche per altri bonus

L’assalto ai CAF non si stima solo per il reddito di cittadinanza, ma anche per gli altri bonus di cui molti beneficiano.

Per arrivare infatti alla cifra di 2,2 milioni di Dsu bisogna considerare anche che il 31 dicembre 2019 per 1 milione di beneficiari scadono il bonus luce, gas e servizio idrico per i quali vanno presentate nuove dichiarazioni.

A questi bisogna aggiungere i 200mila del bonus asilo nido. Nel caso in cui dovesse essere confermata c’è anche il saldo e stralcio delle cartelle esattoriali per il nucleo familiare che ha un ISEE non superiore ai 20mila euro.

Si stimano pertanto 200mila domande in più ai CAF per la Dsu stando alle ultime comunicazioni giunte dall’Agenzia delle Entrate proprio per il saldo e stralcio. Senza considerare chi a gennaio di norma si presenta ai Caf e sono in 700mila secondo le stime.

Tutte queste domande per la Dsu si vanno ad aggiungere a quelle necessarie per il reddito di cittadinanza e non perderlo nel 2020.

Fatta una divisione per le giornate di lavoro di gennaio che ne sono 22, si prevedono 100mila richieste al giorno per i CAF.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Reddito di cittadinanza

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \