Puglia prima regione giallorossa: M5S pronto a entrare nella maggioranza di Emiliano

Alessandro Cipolla

27 Novembre 2020 - 10:14

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Accordo raggiunto tra Michele Emiliano e il Movimento 5 Stelle: la maggioranza di centrosinistra si allarga ai pentastellati, ma la candidata Presidente Laricchia è contraria, con l’ultima parola che spetterà agli attivisti pugliesi su Rousseau.

Puglia prima regione giallorossa: M5S pronto a entrare nella maggioranza di Emiliano

Da quando il Movimento 5 Stelle si è imposto come uno dei maggiori partiti nel nostro Paese, si è parlato di una sorta di “maledizione” delle regionali per i pentastellati che, nonostante la valanga di voti ottenuti alle politiche del 2018, poi a livello locale facevano sempre flop.

Emblematici i casi delle Regioni del Sud, dove i grillini alle politiche hanno ottenuto percentuali monstre salvo poi uscire fortemente ridimensionati alle successive tornate delle regionali.

Dopo aver conquistato città come Roma e Torino e essere finiti al governo, al Movimento 5 Stelle finora è però sempre mancata la vittoria in una Regione. Adesso però i pentastellati sarebbero vicini perlomeno a entrare per la prima volta in una maggioranza regionale.

In Puglia infatti è ormai pronta a nascere, dopo l’accordo tra Michele Emiliano e Vito Crimi, una maggioranza giallorossa: l’ultimo ostacolo a questo punto è soltanto il voto degli attivisti pugliesi sulla piattaforma Rousseau.

Puglia: 5 Stelle insieme a Emiliano

In occasione delle recenti elezioni regionali in Puglia molto si è parlato di un possibile accordo pre-voto tra Michele Emiliano e il Movimento 5 Stelle, considerando che i renziani da sempre ostili a queste intese locali andavano per conto loro.

Alla fine però non è arrivata una fumata bianca, con i pentastellati che così si sono presentati da soli con Antonella Laricchia nelle vesti di candidato Presidente. Alla fine i grillini hanno preso l’11% eleggendo 5 consiglieri, compresa la Laricchia considerata vicina a Di Battista che si era sempre opposta a un accordo con Emiliano.

Adesso però in Puglia tutto sembrerebbe essere cambiato tranne il parere contrario della Laricchia, scoppiata in lacrime dopo il primo Consiglio regionale della nuova legislatura che ha praticamente sancito il simposio giallorosso.

Grazie ai voti della maggioranza, è stato eletto vice presidente del Consiglio regionale il grillino Cristian Casili, uno dei quattro consiglieri pentastellati favorevoli al sostenere Michele Emiliano.

State sbagliando –ha dichiarato tra le lacrime Antonella Laricchia rivolgendosi ai suoi colleghi – entrare oggi nella maggioranza è un tradimento della volontà elettorale dei cittadini ”.

Intanto però a breve la consigliera regionale 5 Stelle Rosa Barone potrebbe essere nominata assessore al Welfare, ma adesso tramite Rousseau spetterà agli attivisti pugliesi decretare o meno la nascita della giunta giallorossa.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories