Proroga sanatoria cartelle Equitalia: le ultime notizie

Proroga sanatoria cartelle Equitalia: le novità giungono direttamente dalle commissioni parlamentari riunite per i lavori correlati al decreto Salva Roma. Che cos’è successo? Scopriamolo insieme.

Della proroga - vera, presunta o solamente auspicata - della sanatoria delle cartelle emesse da Equitalia ci siamo occupati più volte, ultimamente per darvi notizia di un ampliamento solo parziale del termine di scadenza ultimo previsto per l’adesione alla cosiddetta rottamazione. Di proroga, infatti, si trattava, ma non per i ruoli emessi dalla famosa (e temuta) agenzia di riscossione, bensì solo per le ingiunzioni fiscali. Una differenza non da poco, considerando che l’ingiunzione è uno strumento riservato agli enti locali e con una platea di interessati molto meno ampia. Le speranze, tuttavia, si sono riaccese ieri notte grazie ai lavori parlamentari in corso a Montecitorio.

Le decisioni della Camera dei Deputati

Infatti la questione - come ben sappiamo - è ancora nelle mani di Montecitorio: la sempiterna gestazione del decreto Salva Roma, giunto ormai alla sua terza edizione, ha impegnato anche la nottata di ieri delle commissioni Bilancio e Finanze, riunite in seduta comune. Anche a causa dell’ora molto tarda in cui i lavori sono terminati, fino ad ora sono giunte solo notizie piuttosto lacunose sulle novità votate nel corso della seduta.

Proroga al 31 maggio 2014

In ogni caso, già ieri (intorno alle 20) l’agenzia di stampa Public Policy, da sempre in prima linea nel seguire con attenzione i lavori parlamentari, aveva lanciato la notizia dell’ipotesi di una proroga della cosiddetta rottamazione delle cartelle Equitalia fino al 31 maggio 2014 (e non fino al 31 marzo, termine ormai scaduto). La proposta, infatti, era contenuta in tre emendamenti presentati da Forza Italia e Movimento 5 stelle, successivamente riformulati dal Governo e per i quali si prevedeva il via libera da parte delle commissioni Bilancio e Finanze della Camera dei Deputati.

Oggi la notizia del buon esito della votazione è comparsa anche sul quotidiano economico Il Sole 24 ore, una fonte certamente attendibile nell’accertare la volontà dell’esecutivo di dare il via alla proroga fino al prossimo 31 maggio. Per l’entrata in vigore definitiva, tuttavia, si dovrà attendere l’arrivo del decreto nell’Aula di Montecitorio, atteso per l’inizio della prossima settimana.

Iscriviti alla newsletter Fisco e Tasse

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.