Proroga consultazione fatture elettroniche: adesione dal 31 maggio

Proroga consultazione fatture elettroniche: per l’adesione si passa dal 3 al 31 maggio 2019. I dettagli del provvedimento dell’Agenzia delle Entrate.

Proroga consultazione fatture elettroniche: adesione dal 31 maggio

Proroga consultazione dei dati nelle fatture elettroniche: lo ha annunciato l’Agenzia delle Entrate nel provvedimento numero 107524 del 29 aprile 2019, con il quale vengono modificati i termini per aderire al servizio di consultazione e acquisizione di documenti fiscali e duplicati elettronici.

Con la proroga, il termine per l’adesione, originariamente previsto per il 3 maggio, slitta al 31 maggio 2019. La funzione di adesione resterà attiva per 90 giorni.

Proroga consultazione fatture elettroniche, dal 3 al 31 maggio: il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate

Proroga del termine per la consultazione dei dati nelle fatture elettroniche. Lo ha stabilito l’Agenzia delle Entrate, in data 29 aprile, con il provvedimento numero 107524 (in allegato). Il termine previsto che, ricordiamo, in origine era fissato al 3 maggio, adesso slitta al 31 maggio 2019.

Non è la prima volta che l’Agenzia delle Entrate interviene in tema di consultazione dei documenti informatici e dei duplicati elettronici. Il primo provvedimento sul tema risale a circa un anno fa (precisamente il 30 aprile 2018) dove venivano elencate le modalità di conservazione delle fatture elettroniche. Con un secondo provvedimento - il numero 52456 del 21 dicembre 2018 - l’Agenzia ne aveva ridimensionato la portata alla luce delle osservazioni del Garante della privacy. Con quest’ultimo, invece, vengono prorogati i termini per l’attivazione della funzione di adesione.

È possibile ipotizzare in modo abbastanza ragionevole che le ragioni della proroga della consultazione dei dati nelle fatture elettroniche sia siano legate a questioni tecnico/infrastrutturali del sito dell’Agenzia delle Entrate, probabilmente ancora non del tutto in grado di gestire la pesante mole di dati prodotta da tutti gli obblighi connessi alla fatturazione elettronica.

Il provvedimento in esame interviene esclusivamente sui termini di adesione, senza modificare la natura del servizio. Difatti, con la nuova consultazione delle fatture elettroniche - dal 31 maggio 2019 e fino al 2 settembre - possono decidere se attivare il servizio, collegandosi al portale Fatture e Corrispettivi e confermando la volontà di aderire tramite l’apposita funzione.

Per maggiori dettagli, si rimanda al testo del provvedimento numero 107524 dell’Agenzia delle Entrate.

Agenzia delle Entrate, provvedimento n. 107524, 9 aprile 2019
Clicca qui per aprire il pdf

Proroga consultazione fatture elettroniche: come funziona l’adesione?

Il sistema di consultazione delle fatture elettroniche sarà pienamente a regime a partire dal 2 settembre 2019, come stabilito dalle nuove disposizioni dell’Agenzia delle Entrate. Nel termine indicato, i contribuenti dovranno decidere se attivare o meno il servizio che sarà reso disponibile sul portale Fatture e Corrispettivi.

Chi decide di aderire avrà a disposizione l’intero file delle fatture elettroniche da poter consultare, fermo restando che il servizio può essere revocato in ogni momento con effetto immediato. I file relativi alle fatture elettroniche verranno cancellati dopo 30 giorni dal termine del periodo di consultazione.

Il portale rende possibile la consultazione solamente a chi ha effettuato l’adesione, anche nei rapporti tra cedente e prestatore.

Se nessuna delle due parti ha attivato la funzione di consultazione, l’Agenzia delle Entrate prima procede a recapitare la fattura al destinatario e poi alla cancellazione dei dati che non riguardano quantità, qualità e natura dei beni o dei servizi erogati.

Iscriviti alla newsletter Fisco e Tasse per ricevere le news su Fattura elettronica

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \