Pokémon Home: come trasferire i Pokémon in Spada e Scudo da Nintendo DS

Come trasferire i Pokémon da Game Boy, Nintendo DS e 3DS in Spada e Scudo: con Pokémon Home è possibile avere i vecchi mostriciattoli su Switch. Ecco come fare.

Pokémon Home: come trasferire i Pokémon in Spada e Scudo da Nintendo DS

Pokémon Home è l’app in uscita per iOS e Android che permetterà di trasferire i Pokémon dei vecchi giochi per Game Boy, Nintendo DS e 3DS in Spada e Scudo, su Nintendo Switch. Ma come funziona e come avviene il trasferimento dei Pokémon sui giochi di ultima generazione?

L’applicazione sarà disponibile a partire da febbraio 2020 e sostituirà, di fatto, la Banca Pokémon, permettendo di portare su Nintendo Switch tutti i Pokémon catturati in precedenza in giochi come Rosso, Blu, Giallo, Rubino, Zaffiro, Smeraldo, Nero e Bianco e molti altri.

Sul funzionamento esatto Nintendo non si è ancora del tutto professata, ma è indubbio che al centro di questo passaggio di testimone, ci sarà la Banca Pokémon, disponibile tramite abbonamento annuale su Nintendo 3DS e 2DS, che permetterà di ottenere su Pokémon Spada e Scudoalcune delle creature più amate dai giocatori (che spesso vengono trasportate da anni di generazione e generazione).

Pokémon Home: come trasferire i Pokémon in Spada e Scudo

In attesa dell’uscita ufficiale di Pokémon Home un utente su Reddit di nome dominodave ha raffigurato quello che dovrebbe rappresentare il ciclo completo dei trasferimenti in Pokémon sulle varie console, Nintendo Switch compresa.

Il funzionamento è semplice: per il passaggio dei Pokémon di vecchia generazione a Switch, attraverso Pokémon Home, si renderà necessario essere in possesso non solo di un Nintendo 3DS o 2DS ma anche di un iscrizione attiva alla Banca Pokémon.

Il servizio, scaricabile dal Nintendo eShop su 3DS e 2DS, permette di operare i trasferimenti necessari a fronte di un’iscrizione dalla durata di 12 mesi al costo di 5 euro.


Lo schema di funzionamento di Pokémon Home

Se la vostra sottoscrizione non è attiva, sarete costretti a rinnovarla per poter trasferire le vostre creature (salvo diverse comunicazioni da parte di Nintendo e Game Freak).

Come si fa? Per prima cosa, bisogna sottolineare che ogni gioco prevede una dinamica e una modalità di trasferimento differente dall’altra: per i titoli usciti su Game Boy (Pokémon Rosso, Blu, Giallo, Oro, Argento e Cristallo) e Game Boy Advance (Pokémon Rubino, Zaffiro, Smeralgo, Rosso Fuoco e Verde Foglia) bisogna operare un primo trasferimento su Nintendo DS (quindi su Pokémon Diamante/Perla/Platino, Heart Gold/Soul Silver, Bianco Nero/Bianco Nero 2) a meno che non li abbiate riacquistati per la Virtual Console su Nintendo 3DS.

Questi ultimi titoli dovranno a loro volta far riferimento alla Banca Pokémon disponibile sulle console Nintendo 2DS e 3DS, a cui si aggiungono i titoli di nuova generazione che già permettevano di sfruttare il servizio: X e Y, Rubino Omega e Zaffiro Alfa, Sole/Luna e Ultra Sole e Ultra Luna.

Da questi si arriverà quindi a Pokémon Home e ai titoli di nuova generazione come Pokémon Let’s Go Pikachu e Let’s Go Eevee, Pokémon Go e Pokémon Spada e Scudo che godono dell’integrazione nativa all’app.

È ovviamente scontato che i Pokémon trasferiti a Home non potranno più tornare nei rispettivi giochi di provenienza, a eccezion fatta per Spada e Scudo, che godranno invece della possibilità di utilizzare Pokémon Home come bo x aggiuntivo per quest’ultimi titoli e per gli altri in arrivo in futuro su Nintendo Switch.

Ti potrebbe interessare Pokémon Spada e Scudo DLC: uscita, prezzo e contenuti del Pass d’espansione

Iscriviti alla newsletter Tecnologia

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.