Plus500 acquista Cunningham ed entra nel mercato dei futures USA

Pierandrea Ferrari

21 Aprile 2021 - 17:58

condividi
Facebook
twitter whatsapp

La piattaforma tech Plus500 entra nel mercato dei futures USA dopo aver trovato un accordo per l’acquisizione di Cunningham Commodities e Cunningham Trading Systems.

Plus500 acquista Cunningham ed entra nel mercato dei futures USA

Plus500 entra nel mercato dei futures USA. La piattaforma tech britannica, leader per la negoziazione di CFD a livello internazionale, ha definito un accordo condizionato di acquisto per tutte le partecipazioni societarie della Futures Commission Merchant Cunningham Commodities e di Cunningham Trading Systems, fornitore di piattaforme per il trading.

L’operazione è stata annunciata da un comunicato stampa diramato oggi da Plus500, e promette di accelerare la transizione della società verso un gruppo globale fintech multi-asset.

Plus500 entra nel mercato dei futures USA

L’acquisizione permetterà a Plus500 di sfruttare la propria tecnologia avanzata per offrire l’accesso al mercato a milioni di investitori al dettaglio statunitensi, e garantirà alla società britannica il semaforo verde immediato e le licenze necessarie per operare nel mercato USA, con conseguente espansione dei prodotti offerti nel paese.

L’accordo è strato trovato sulla base di 30 milioni di dollari e sarà finanziato dai saldi di cassa esistenti di Plus500. Secondo la società britannica, l’acquisizione – che dovrebbe essere completata nel terzo trimestre 2021 – si dimostrerà accrescitiva dei guadagni nel primo anno completo. David Zruia, CEO di Plus500, ha commentato:

“Siamo lieti di annunciare la prima acquisizione di Plus500 e il suo primo ingresso nel mercato statunitense. Grazie alla combinazione tra la tecnologia avanzata di Plus500 e l’infrastruttura esistente di Cunningham Commodities e Cunningham Trading Systems, ci aspettiamo di sviluppare e far crescere l’attività nel mercato statunitense e di fornire valore a lungo termine agli azionisti".

Piena soddisfazione per l’accordo raggiunto è stata espressa anche da Bill Cunningham, Andrew Busby e Nate Ostrye, fondatori di Cunningham Commodities e Cunningham Trading Systems:

“Siamo molto lieti di entrare a far parte di Plus500, data la sua attenzione alla tecnologia e all’innovazione e il suo forte track record di crescita, mentre cerchiamo di far crescere e migliorare Cunningham Commodities e Cunningham Trading Systems nel tempo. Non vediamo l’ora di costruire insieme un futuro di successo mentre portiamo il nostro business al prossimo livello del suo sviluppo”.

Mercato dei futures USA in espansione

L’accordo raggiunto tra Plus500 e Cunningham appare strategico, per la società britannica, alla luce della forte espansione del mercato statunitense dei futures e delle opzioni sui futures. Dal 2017, secondo gli ultimi dati, c’è stata una crescita dell’84% nei volumi di trading retail, e il mercato – che continua ad essere guidato prevalentemente da investitori istituzionali - ha già raggiunto un valore di circa 2 miliardi di dollari a livello globale.

Argomenti

Iscriviti alla newsletter