Piazza Affari chiude in rosso, male principali borse europee

Milano, l’indice Ftse Mib segna -0,7% a 18.683 punti. Non vanno meglio di Piazza Affari le borse europee che registrano cali

Piazza Affari chiude in rosso, male principali borse europee

Continua a soffrire Piazza Affari che, anche nella serata di oggi, chiude in rosso. La borsa italiana, dietro solo a Madrid, va comunque meglio degli altri mercati europei, grazie a uno scatto di orgoglio conclusivo (Ftse Mib -0,7%).

A subire le maggiori perdite sono stati gli istituti di credito che hanno risentito, ancora una volta, di uno spread che non scende al di sotto dei 300 punti.

Piazza Affari. Spread resta stabile, 309 punti penalizzano le banche

Lo spread tra Btp decennali e Bund resta stabile a 309 punti base. Si tratta dello stesso livello registrato in chiusura ieri. Oggi però a gravare è l’attesa del giudizio di S&P sul rating italiano. A metà giornata, il differenziale ha raggiunto un massimo di seduta di 318 punti base per poi calare fino al minimo di 307.

Segno meno per Azimut (-3,69%), Fineco (-3,07%), Mediobanca (-2,7%) Ubi (-2,44%) Banco Bpm (-1,94%), Unicredit (-1,4%) e Intesa (-0,79%), che ha tentato di risollevarsi prima della chiusura. Chiusura con segno più per Mps (+0,82%), resta stabile Carige. In calo anche Mediaset (-2,05%), Tim (-1,18%) ed Fca -1,17%.

Interessanti i rialzi: Pirelli ha ottenuto un +1,76%. Eni (1,07%) dopo la trimestrale, seguita da Stm (+0,83%), Luxottica (+0,22%) e Poste (+0,1%). Gli scambi sono stati nella norma per 2,2 miliardi di euro.

Non va meglio alle principali borse europee. Parigi ha ceduto l’1,29% a 4.967 punti, Francoforte lo 0,94% a 11.200 punti e Londra l’1,4% a 6.906 punti.

Borse internazionali, Italia al penultimo posto per performance

Una ricerca del Centro Studi di Mediobanca che ha analizzato l’andamento della Borsa italiana, confrontandola alle principali piazze internazionali, ha messo in luce come sia cambiata la performance media annua di Piazza Affari dal 2007 a oggi. Wall Street è al comando della classifica, prima tra 20 borse internazionali, grazie al Nasdaq.

A fine 2007 la Borsa italiana era 18^ al mondo, con 735 miliardi di euro di capitalizzazione; tra il 1998 e il 2001 ha oscillato tra l’ottava e la nona posizione. A settembre del 2018, la Borsa italiana si è attestata al 19° posto con 518 miliardi di euro di capitalizzazione.

A Piazza Affari l’investimento più redditizio è quello sul segmento Star. In dieci anni, un investimento di 100 euro ha avuto un rendimento complessivo (dividendi inclusi) pari al 10,5% medio annuo.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Piazza Affari

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.