Pensione con stipendio di 1.200€: quale importo per l’assegno futuro?

Simone Micocci

13/06/2021

18/06/2021 - 13:12

condividi

Hai avuto sempre stipendi vicini ai 1.200 euro (netti)? Ecco quanto arriverai a prendere di pensione.

Pensione con stipendio di 1.200€: quale importo per l'assegno futuro?

Oggi prendi uno stipendio di 1.200€ e vuoi sapere quanto avrai di pensione?

Rispondere a questa domanda non è semplice visto che ci sono diverse variabili da considerare. Dovremmo avere maggiori informazioni per darvi una risposta corretta di quale sarà l’importo della pensione nel caso di uno stipendio di 1.200€ netti; tuttavia, semplificando alcuni valori possiamo comunque darvi un’indicazione generale di quale potrebbe - ma non è detto che sarà - l’importo della vostra pensione.

Come prima cosa è necessario, visto che non conosciamo gli importi di tutti i vostri stipendi, considerare una media generale di 1.200€ per tutta la vostra carriera lavorativa. Fatto questo, possiamo fare degli esempi prendendo in considerazione diverse fattispecie che si potrebbero verificare.

Stipendio di 1.200€: a quanto ammonta la pensione futura?

Per il calcolo della pensione bisogna considerare diversi fattori: intanto gli anni di lavoro, come pure il periodo a cui questi fanno riferimento. Un lavoratore con 20 anni di lavoro non avrà una pensione uguale a quella di un altro che, pure a parità di stipendio percepito, ne ha molti meno.

Allo stesso tempo, 20 anni di contributi maturati nel regime retributivo non avranno lo stesso peso di altrettanti maturati nel contributivo.

Viste tutte queste variabili è impossibile dare un’unica risposta. Possiamo però fare alcuni esempi che ci aiutano a capire quanto effettivamente con uno stipendio medio di 1.200,00€ si andrà a prendere di pensione futura.

Come prima cosa, però, è importante considerare lo stipendio lordo e non netto.

Con uno stipendio netto di 1.200, quindi, siamo a circa 1.600,00€ di stipendio lordo, con una RAL annua tra i 18.600€ e i 18.700€. Ovviamente anche questi importi variano da lavoratore a lavoratore, in base anche alla tipologia del contratto.

Pensione di vecchiaia con regime misto

  • Anni di contributi: 20
  • Regime di calcolo: misto, 10 anni contributivo con il retributivo e 10 anni con contributivo
  • Età al momento del pensionamento: 67 anni

Per la parte calcolata con il retributivo si prende la media delle ultime retribuzioni percepite che, come già anticipato, fissiamo a 1.200€ netti, ossia 18.700€ di RAL annua. Di questa se ne prende il 2% (nella maggior parte dei casi) per ogni anno di lavoro: siamo, quindi, a circa 375€ ogni anno, 3.750€ per tutto il periodo.

A questo punto bisogna calcolare la parte con il contributivo. Nei 10 anni di contributi si accumula un montante contributivo pari al 33% dello stipendio annuo percepito. Per 10 anni, quindi, si arriva a un montante di circa 61.700,00€.

Per chi va in pensione a 67 anni, questo si trasforma in pensione applicandovi un coefficiente pari al 5,575%. Siamo, quindi, intorno a una pensione annua di 3.400€.

Complessivamente, dunque, si arriva a una pensione di circa 6.100,00€ annui: l’importo è lordo, ma essendo sotto la no tax area non è comunque dovuto il pagamento dell’Irpef. Stiamo comunque, vicini all’importo di una pensione minima, in quanto mensilmente si prendono circa 500,00€ di pensione.

Diverso, il caso, in cui sempre a 67 anni, si va in pensione con molti più anni di contributi. Ecco una tabella che lo conferma.

Anni di contributiAnni nel retributivoAnni nel contributivoPensione annua lorda
30 15 15 10.785€
40 20 20 14.380€
30 10 20 10.600€
40 10 30 14.070€

Pensione anticipata con regime misto

Pensiamo, invece, a chi decide di anticipare la pensione non andandoci a 67 anni, bensì qualche anno prima. Si pensi a chi matura 42 anni e 10 mesi di contributi e può andarci a qualsiasi età, ad esempio tra i 62 e i 65 anni.

Per questi, per la parte del retributivo non ci sono differenze nel calcolo. Discorso differente per il contributivo, in quanto per chi va prima in pensione si applica un coefficiente di trasformazione differente, pari a:

  • 62 anni: 4,770%
  • 63 anni: 4,910%
  • 64 anni: 5,060%
  • 65 anni: 5,220%

A questo punto, considerando i vari coefficienti di trasformazione, possiamo calcolare quanto andrà a prendere di pensione chi ha percepito in media uno stipendio netto di 1.200,00€ e va in pensione, avendo maturato molti anni di contributi, tra i 62 e i 65 anni.

Età del pensionamento Anni di contributi Anni di contributi nel retributivo Anni di contributi nel contributivo Pensione annua lorda
62 anni 40 anni 20 anni 20 anni 13.387€
63 anni 40 anni 20 anni 20 anni 13.560€
64 anni 40 anni 20 anni 20 anni 13.745€
64 anni 40 anni 20 anni 20 anni 13.942€
62 anni 40 anni 10 anni 30 anni 12.580€
63 anni 40 anni 10 anni 30 anni 12.840€
64 anni 40 anni 10 anni 30 anni 13.117€
64 anni 40 anni 10 anni 30 anni 13.225€
62 anni 40 anni 0 anni 40 anni 11.774€
63 anni 40 anni 0 anni 40 anni 12.120€
64 anni 40 anni 0 anni 40 anni 13.823€
64 anni 40 anni 0 anni 40 anni 12.885€

Iscriviti a Money.it