Pensione, quando si può andare indipendentemente dall’età?

Lorenzo Rubini

22 Giugno 2021 - 10:22

condividi

Non ci sono molte misure previdenziali che permettono di accedere alla pensione indipendentemente dall’età.

Pensione, quando si può andare indipendentemente dall'età?

Il sistema previdenziale del nostro Paese prevede numerose misure ma non tutte permettono l’accesso alla quiescenza indipendentemente dall’età. Questo significa che il lavoratore non può decidere di andare in pensione quando lo desidera ma che deve rispettare i precisi paletti imposti dalla normativa.

Rispondiamo ad un lettore di Money.it che ci scrive:

“Buongiorno
Non mi è chiaro il sistema di pensionamento, se uno ha raggiunto i 41 anni di contributi può andare comunque in pensione indipendentemente dall’età?”

Pensione indipendentemente dall’età

Sono solo due le misure previdenziali che permettono il pensionamento indipendentemente dall’età e nello specifico la pensione anticipata ordinaria e la quota 41. Tutte le altre misure richiedono anche di soddisfare un preciso requisito anagrafico, oltre quello contributivo.

Per la pensione quota 41, che richiede 41 anni di contributi è da tenere presente che permette l’accesso alla quiescenza solo e soltanto ai lavoratori precoci (ovvero coloro che hanno versato almeno 12 mesi di contributi prima del compimento dei 19 anni di età) che appartengono a precisi profili di tutela.

Se, quindi, non rientra nei cosiddetti lavoratori precoci e non appartiene ad uno dei profili di tutela previsti dalla normativa che ha introdotto la quota 41 (nello specifico disoccupati, invalidi, caregiver, usuranti e gravosi in possesso di specifici requisiti) non può accedere alla pensione con 41 anni di contributi indipendentemente dall’età ma dovrà attendere di raggiungere i 42 anni e 10 mesi di contributi necessari per la pensione anticipata ordinaria.

Quest’ultima misura, infatti, prevede l’accesso, indipendentemente dall’età e senza penalizzazione alcuna sul calcolo dell’assegno spettante, al raggiungimento del requisito contributivo previsto che è diverso in base al genere del lavoratore:

  • per gli uomini, come accennato sopra, sono necessari 42 anni e 10 mesi di contributi
  • per le donne sono necessari 41 anni e 10 mesi di contributi.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Iscriviti a Money.it