Pensione con invalidità al 54%: è possibile?

In alcuni casi l’invalidità civile permette l’accesso anticipato alla pensione, ma non sempre è possibile.

Pensione con invalidità al 54%: è possibile?

La normativa previdenziale, in alcuni casi, permette agli invalidi civili di accedere al pensionamento con anticipo: ci sono misura come l’Ape sociale, la quota 41, la pensione di vecchiaia anticipata ma anche lo stesso assegno ordinario di invalidità. In tutti i casi, però, è richiesta una percentuale di invalidità ben precisa.

Rispondiamo ad un lettore di Money.it che ci scrive:

“Ho avuto un incidente e mi sono rotto il bacino e una spalla; lavoro nel settore privato commercio grande distribuzione ed ho una invalidità dal 2010 per la schiena del 54% posso richiedere la pensione di invalidità con 36 anni di contributi e 54 anni di età ”

Pensione anticipata invalido

Nel determinare il diritto all’anticipo pensionistico per l’invalido è determinante la percentuale di invalidità certificata.

Tutte le misure sopra citate che permettono l’anticipo, infatti, fissano un limite minimo alla percentuale di invalidità con cui è possibile accedere.

La pensione con l’Ape sociale, infatti, oltre a richiedere i 63 anni di età e i 30 anni di contributi maturati, permette l’accesso agli invalidi solo con percentuale pari o superiore al 74%. Stesso limite è fissato anche per la quota 41 per lavoratori precoci.

Per quanto riguarda, invece, la pensione di vecchiaia anticipata per lavoratori del settore privato, è possibile l’accesso a 56 anni per le donne e 61 anni per gli uomini ma solo se gli stessi sono in possesso di una invalidità pensionabile di almeno l’80%.

Anche l’assegno ordinario di invalidità, che non è considerato un anticipo pensionistico, permette l’accesso soltanto ai coloro che hanno una capacità lavorativa ridotta ad un terzo (si parla, quindi, di una invalidità superiore al 66%).

Con il 54% di invalidità, di conseguenza, non vi sono possibilità di anticipare la pensione di vecchiaia se non raggiungendo i requisiti richiesti dalle diverse misure di anticipo. Nel suo caso, in base alla normativa vigente, il modo più veloce di accedere alla pensione è raggiungere i 42 anni e 10 mesi di contributi necessari per la pensione anticipata.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Iscriviti alla newsletter

Money Stories